- Home > Cucina > Cucina tunisina: tajine el bey
Cucina Tunisia

Cucina tunisina: tajine el bey

Diversamente dal suo omologo marocchino, il tajine tunisino si avvicina molto più al nostro concetto di “frittata”. La particolare versione che vi proponiamo oggi prende il suo nome dal baklawa el bey, un dolce composto da tre strati di pasta di mandorle.

Al contrario, il tajine el bey è una pietanza salata a base di carne, ricotta e spinaci. Ecco come prepararlo!

Ingredienti:

  • 250gr di carne di agnello trita
  • 1 cipolla
  • 3 spicchi d’aglio
  • 9 uova
  • 1kg di spinaci freschi
  • 150gr di ricotta
  • 150gr di groviera grattugiata
  • un mazzetto di prezzemolo
  • spezie: coriandolo in polvere, pepe nero
  • olio d’oliva

Preparazione:

In una padella capiente, far rosolare la carne con olio d’oliva, cipolla tritata e spicchi di aglio schiacciati. Aggiustare di sale e pepe e aggiungere un pizzico di coriandolo in polvere. Amalgamare e far rosolare bene il tutto, dopo di che lasciar raffreddare e mettere da parte. Una volta raffreddato, dividere il composto in tre parti uguali.

Sbollentare gli spinaci in acqua bollente, scolarli bene e poi tritarli. A questo punto, aggiungere 3 uova, un pizzico di sale e un terzo del composto di carne. Lasciare da parte. In un altro recipiente, mescolare la ricotta con la groviera grattugiata, aggiungere 3 uova e un terzo del composto di carne. Infine, tritare finemente il prezzemolo, mescolarlo con le ultime 3 uova e l’ultimo terzo del composto di carne.

Ungere una teglia da forno e formare un primo strato con il composto a base di spinaci. Far cuocere in forno caldo a 180° per 5 minuti. Dopo di che, creare un secondo strato con il composto a base di formaggio e far cuocere in forno per altri 5 minuti. Infine, creare lo strato finale con il composto a base di uova e prezzemolo e finire di cuocere il tutto in forno per gli ultimi 5 minuti.

Una volta cotto, lasciar raffreddare completamente il tajine, dopo di che tagliarlo in losanghe o in quadrati.

Servire accompagnato da un’insalata fresca.

 

Buon appetito!

 

 


Roberta Papaleo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz