News Politica Società

Tunisia: 130 metri di murales sul muro che fu del regime

Murales a Tunisi, Avenue Mohamed V
Murales a Tunisi, Avenue Mohamed V

Tunisia Live (23/06/2013). Un muro che un tempo divideva il popolo tunisino dall’autoritario partito politico che li governava è stato trasformato da un gruppo di giovani artisti in simbolo di diversità e cooperazione. Murales per ben 130 metri sono infatti stati dipinti fuori dall’ex-quartier generale del Raggruppamento Costituzionale Democratico (RCD), al potere ai tempi di Ben Ali. Il muro si trova su Avenue Mohammed V a Tunisi downtown ed il progetto vede protagonisti giovani artisti tunisini e membri dell’organizzazione Beyond Walls (Oltre i Muri). Parole come democrazia, sviluppo, saggezza e pace campeggiano tra le scritte lasciate dai ragazzi per l’integrazione dei più giovani tra varie culture e l’incoraggiamento del dialogo interculturale. Il coordinatore del progetto e docente presso la Middle East University, Brian Manley, dice di aver “scoperto quanto i tunisini amino e celebrino l’arte”. Manley ha osservato la street art nella zona che l’ha resa un “ottimo ambiente” per il progetto.

Un graphic designer e film-maker americano, Paul Reid, dice di questi murales che “rappresentano visivamente persone che arrivano da diversi luoghi, con mentalità e prospettive differenti”. Tatenda Bumba, originaria dello Zimbabwe, spiega: “Vogliamo incoraggiare l’intera società tunisina ad avere uno spirito d’unità e cooperazione, incitandoli ad essere abbracciati da questo muro”. Per la donna “l’idea è che questo non sia solo un edificio senza rapporti con la gente: è un edficio legato alla Tunisia, anche se ci lavorava il vecchio regime non significa che fosse suo”.

Claudia Avolio

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet