Cultura Gallery Marocco Musica

Il Festival della musica Gnawa

La medina di Essaouira, patrimonio dell’UNESCO, è un esemplare di città fortificata di straordinaria bellezza come conferma il significato stesso del suo nome: es-saouira, la ben disegnata secondo alcuni, ma più probabilmente  traducibile con “la piccola fotografia”.

Fondata, secondo la tradizione, da mercanti cartaginesi in un luogo abitato da popolazioni berbere, vive ed è protagonista del susseguirsi storico e del convivere di numerose civiltà e culture, da quella berbera originaria, a quella cartaginese, fenicia, romana, ebraica, portoghese, araba. Nell’epoca contemporanea vanta il passaggio di diversi personaggi e musicisti tra cui Jimi Hendrix e Bob Marley che, è facile notare ben presto, hanno lasciato tracce nel mood locale… tra pettinature rasta e stile hippie!

Proprio questa città, dai ritmi così rilassati durante il corso dell’anno, si anima d’uno spirito esaltante e creativo, dal movimento ininterrotto, in occasione del Festival Gnaoua e di Musiche del Mondo che ha sempre luogo verso la fine di giugno. Il Festival, giunto alla 15 edizione, è un momento in cui Essaouira dà il meglio di sé offrendo alla Musica le sue vie e i suoi vicoli, la sua spiaggia, i suoi luoghi pubblici, facendosi chiamare senza indugio “la Woodstock marocchina”. Dalle notti colorate e festose, ai ritmi travolgenti in un ambito conviviale e intimista.

Perché un festival, prima di tutto, è un ambiente! E nessun altro ambiente è più propizio all’ascolto e all’abbandono. Qui i maestri gnaoua sono a casa propria. I loro canti sono nati in questa terra di transito, accogliente, aperta alle culture del mondo.


Emanuela Barbieri

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz