News Politica Siria

Jihadisti si dichiarano morti per “agire” indisturbati

(Elaph). Un nuovo stratagemma sembra si stia diffondendo tra i jihadisti in Siria: si dichiarano morti sfruttando i mezzi di comunicazione, per poter poi ritornare in patria indisturbati e continuare a compiere altri attacchi terroristici anche in Occidente.

Pare infatti che i jihadisti facciano trapelare volontariamente notizie false circa la loro morte anche sui social network che hanno a disposizione. Un esempio è Tariq Gideon, 24 anni , ucciso secondo le fonti un paio di settimane prima di tornare in Belgio.

Un altro esempio citato dal Daily Mail britannico è quello di un combattente, di cui non rivelano nome e cognome, che ha assunto un trucco simile per tornare nel Regno Unito dalla Siria, prima di essere arrestato e processato con l’accusa di reati di terrorismo.

Giusy Regina

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.