- Home > Religione > Video per donne musulmane diventa virale: come difendersi da un aggressore
Islam Islamofobia Religione USA Zoom

Video per donne musulmane diventa virale: come difendersi da un aggressore

"In un mondo in cui si risponde con la paura, noi scegliamo di reagire"

Di Antonia Blumberg. Al-Huffington Post Religion (28/11/2016). Traduzione e sintesi di Giusy Regina

L’elezione di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti ha provocato in molti musulmani in tutto il Paese – insieme a una serie di altre minoranze religiose ed etniche – una sensazione di paura. Molti temevano questa vittoria infatti non solo per quello che avrebbe significato a livello di diritti civili, ma anche per l’odio e aggressività che avrebbe scatenato. I loro timori, finora, sembrano essere del tutto fondati.

Il giorno dopo le elezioni, l’istruttore di autodifesa Zaineb Abdulla, che vive a Chicago, ha detto di aver ricevuto un’ondata di telefonate dai membri della sua comunità per chiederle consigli su come proteggersi da “aspiranti aggressori”. “In questa nuova era in cui si urlano insulti e si strappano gli hijab, il primo istinto della mia comunità è stato la paura. Il secondo, invece, l’azione”, ha scritto la stessa Zaineb in un editoriale per il Middle East Eye.

Zaineb ha registrato due video sulla sua pagina Facebook il 15 novembre scorso, per mostrare alle donne musulmane come difendersi da un “aggressore che vuole tirar via l’hijab”  attraverso semplici manovre. Entrambi i video sono fatti per spiegare le tecniche, mentre Zaineb ne fa anche la traduzione nella lingua dei segni. “Nel società in cui viviamo, la difesa sta diventando sempre più importante per le donne, così come per le persone con disabilità e per le minoranze”, ha detto Zaineb a The Huffington Post. “Le donne musulmane camminano con una specie di bersaglio sulle loro teste: l’hijab è un simbolo potente ed è facile per i bigotti individuarci noi e attaccarci”.

Questi corsi di difesa personale e i seminari di sopravvivenza sono progettati per dare alle donne gli strumenti necessari per alzarsi e combattere. Lavorando per aumentare l’autostima e la fiducia in se stessi, oltre alle conoscenze di base di autodifesa, si stanno rafforzando così le donne nel corpo, nella mente e nello spirito.

Antonia Blumberg è redattore associato di Huff Post Religion.

Vai all’originale

I punti di vista e le opinioni espressi in questa pubblicazione sono di esclusiva responsabilità degli autori e non riflettono necessariamente il punto di vista di Arabpress.eu


Giusy Regina

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz