News

Siria: continua la violenza, voto atteso all’Assemblea generale dell’ONU

El Watan (03/08/2012). L’esercito bombarda i quartieri ribelli ad Aleppo e Damasco, teatro di una battaglia cruciale nella guerra in Siria, prima del voto all’ONU su una risoluzione che denuncia il ricorso alle armi pesanti da parte del regime e richiede una transizione democratica. Nonostante le violenze che hanno fatto ancora nove morti, secondo un ONG siriana, migliaia di persone sono scese per strada a Tartous, Idleb (nord-ovest), Deraa (sud), Hama (centro) e Aleppo (nord), dove i manifestanti hanno richiesto “l’esecuzione di Bashar”.

All’indomani dell’annuncio della dimissione del mediatore internazionale Kofi Annan dopo gli sforzi infruttuosi per porre fine a più di sedici mesi di violenza, la Russia, paese alleato del regime di Bashar al-Assad, ha chiesto di sostituirlo “con urgenza”. La risoluzione sulla quale voterà l’Assemblea generale dell’ONU è stata presentata dai paesi arabi sostenuti dall’occidente per denunciare il bombardamento delle città da parte dell’esercito, chiedere una transizione politica e sottolineare l’inquietudine suscitata dalle armi chimiche siriane. Mosca ha indicato che voterà contro. L’iniziativa ha una portata principalmente simbolica perché l’Assemblea può solo fare raccomandazioni

Viviana Schiavo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet