Marocco News Politica Teatro Zoom

Aquarium, la compagnia teatrale di Rabat che dà voce alle donne

AQUARIUMDi Ayla Mrabet. Tel Quel (18/12/2013). Traduzione e sintesi di Claudia Avolio.

Aquarium è una compagnia teatrale di Rabat nata nel 1994 grazie al genio della regista Naima Zitane. Da quasi 20 anni, la troupe si batte per la causa femminile come vero e proprio teatro militante che prende ispirazione dai mali della società. Culla delle loro prove e degli spettacoli è il quartiere popolare di Akkari. Sin da quando, nel 1990, Naima Zitane si è diplomata come animatrice culturale, ha avuto una sola idea in testa: consacrarsi alla causa delle donne.

“La realtà del mio Paese e ciò che vivono le donne sono il cuore pulsante del mio lavoro,” spiega la regista, che parla di “documentazioni, studi e ricerche” collettive come base della preparazione degli spettacoli di Aquarium. Un teatro di sensibilizzazione e di campagne per la comunicazione viene a prendere vita in scenari come remoti villaggi, campi da calcio e suk (mercati) popolari.

Lo scorso anno, una pièce in darija dal titolo Dialy ha fatto conoscere Aquarium ai media e al grande pubblico: l’opera è frutto di sette mesi di convivenza e ascolto delle storie di 150 donne. Le loro esperienze, anche di tipo sessuale, divengono per la compagnia teatrale una denuncia della “scissione culturale delle parole e delle espressioni legate alla sessualità femminile”. In tal senso Aquarium si è proposta di attraversare “i racconti delle donne in un viaggio al centro della loro intimità, come un turista nel proprio Paese”.

Nel 2013, Aquarium è entrata in contatto con la ong Oxfam e ha dato vita a un teatro forum – una delle forme teatrali degli oppressi, creato in originae dal brasiliano Augusto Boal. Il principio è semplice: uno o più attori improvvisano una situazione d’oppressione e coinvolgono il pubblico che, a seconda di come reagisce, influenza il corso degli eventi sul palco.

La polemica sull’arte, sull’articolo 475 del Codice penale, la presenza di una sola donna nel primo governo Benkirane: sono tutti temi portati in scena dal teatro forum di Aquarium. “In Marocco, non abbiamo ancora il lusso di fare arte per l’arte,” commenta Naima Zitane, sottolineando come Aquarium resti un mezzo per risvegliare le coscienze e conquistare nuovi spazi d’espressione.

Vai all’originale

Claudia Avolio

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet