Iran News Zoom

I graffiti che colorano i palazzi di Teheran

Di Katherine Brooks. Huffington Post (25/05/2014). Traduzione e sintesi di Omar Bonetti.

teheran 2Teheran, la capitale dell’Iran, non è di certo la prima città cui si pensa quando si contempla il vasto universo dell’arte di strada. Tuttavia, ignorando il fermento del Medio Oriente, il rischio è che le espressioni artistiche di questa particolare area vadano perdute. In questo caso, rischieremmo di non poter ammirare Mehdi Ghadyanloo, un’artista che ha dipinto più di cento stravaganti graffiti sui palazzi della città.

Quando circa otto anni fa ha iniziato a decorare le mura di grandi condomini e uffici, Mehdi Ghadyanloo cercava di combinare spazi architettonici minimalisti a scene surrealistiche provenienti da un altro universo. Infatti, come sequenze di sogni amplificati, le sue immagini ritraggono figure in grado di sfidare la forza di gravità e oblò che portano lo spettatore in altre dimensioni che fondono insieme cielo e struttura attraverso prospettive alterate. Tutte le illustrazioni dell’artista s’ispirano alla sua personale concezione di finzione e infinito.

Ghadyanloo ci ha presentato il ventaglio di possibilità che l’arte pubblica ha a Teheran, rivelando: “I graffiti sono illegali qui in Iran, come in molti altri Stati. È per questo che noi artisti di strada abbiamo creato una buona rete di lavoro e di collaborazione […] Per quello che riguarda altri campi, come quello dell’arte figurativa, va un pochino meglio rispetto a otto anni fa, durante la presidenza di Ahmadinejad. Tutto dipende dalle sanzioni economiche contro il programma nucleare iraniano”.

L’artista fa riferimento all’imponente collezione artistica che è ancora tenuta nascosta nei magazzini del Museo di Arte Contemporanea di Teheran dalla Rivoluzione Islamica del 1979. Il museo, infatti, vorrebbe espandere i suoi servizi e i suoi spazi per esibire nuovamente rari capolavori di Picasso, Van Gogh e Monet. Nello specifico, i rappresentanti del museo hanno sostenuto che le sanzioni internazionali, ad oggi, si aggiungono agli altri ostacoli che le arti e i finanziamenti alla cultura incontrano sulla loro strada. Tutto, però, dipende dall’esito delle negoziazioni sul file nucleare.

Vai al sito ufficiale di Mehdi Ghadyanloo

Vai all’originale e guarda alcune delle opere di Mehdi Ghadyanloo

teheran 4teheran 3

 

Roberta Papaleo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

summer_school_a_tangeri

Ultimi tweet