Cucina Maghreb

Speciale Ramadan: mesfouf, cuscus dolce con uvetta e frutta secca

Con l’Eid el-Fitr ormai alle porte, concludiamo il nostro viaggio nel mondo delle ricette tipiche del mese di Ramadan con un dessert diffuso in tutto il Maghreb, di cui vi proponiamo una tra le numerossisime versioni

il mesfouf, cuscus dolce con uvetta e frutta secca!

Ingredienti:

Per il cuscus

  • 500g di cuscus medio
  • acqua
  • 1 cucchiaino di sale

Per il condimento

  • 80g di datteri a pezzetti
  • 80g di pistacchi
  • 100g di mandorle in lamelle
  • 80g di uvetta
  • 80g di albicocche secche
  • 4 cucchiai di olio d’oliva
  • 1 cucchiaio di burro
  • 2/3 cucchiai di zucchero a velo
  • cannella in polvere

Preparazione:

Disporre il cuscus in un’insalatiera capiente e bagnarlo con poca acqua, giusto per inumidirlo. Lasciarlo riposare 10 minuti. Nel frattempo, riscaldare dell’acqua nella parte bassa della cuscussiera.

Passati i 10 minuti, sgranare il cuscus con le dita fino. Dopo di che disporre il cuscus nella parte alta della cuscussiera e lasciarlo cuocere per circa 15 minuti.

A cottura ultimata, disporre di nuovo il cuscus nell’insalatiera e lasciarlo raffreddare qualche minuto. Aggiungere poi il sale e versare un bel bicchiere d’acqua sul cuscus, mescolare bene il tutto e rimetterlo a cuocere nella parte alta della cuscussiera per altri 15 minuti. Ripetere l’operazione ancora una volta, in modo da ottenere un cuscus tenero.

Nel frattempo, preparare il condimento facendo riscaldare in una padella l’olio e il burro. Aggiungere poi tutta la frutta secca, di cui le mandorle solo per metà (l’altra metà servirà come decorazione). Far stufare il tutto per qualche minuto, il tempo necessario perché l’uvetta si ravvivi e si gonfi.

Dopo di che trasferire il misto di frutta secca nell’insalatiera del cuscus, aggiungere lo zucchero a velo e mescolare bene il tutto.

In una padella antiaderente, far tostare il resto delle mandorle.

Su un piatto da portata, versare il cuscus a mo’ di montagna, con in cima le mandorle tostate e ai lati delle strisce di polvere di cannella. Servire ben caldo.

 

Buon appetito!

 

 


Roberta Papaleo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz