Medio Oriente Zoom

I migliori ospiti del Medio Oriente di TED nel 2014? Cinque donne! (video)

Di Valentina Primo. Baraka Bits (21/12/2014). Traduzione di Claudia Avolio.

In copertina Eman Mohamed, la prima donna fotoreporter della Striscia di Gaza

Non è una coincidenza se i discorsi più potenti di quest’anno a TED provenienti dal Medio Oriente siano stati condotti da donne. Dal coraggio di confrontarsi con gli stereotipi della comunità alla forza di riportare alla vita un fiume perduto, queste cinque donne incarnano il volto della determinazione in una regione che evolve sempre.

Eman Mohamed: Il coraggio di raccontare una storia celata. In un discorso che è probabile susciti misericordia, lacrime e sorpresa, la prima donna fotoreporter di Gaza racconta come ha sconfitto le norme di genere e ha sfruttato in modo positivo il suo essere donna per portare allo scoperto storie che venivano trascurate dai suoi colleghi maschi. Una storia di coraggio, talento e determinazione da non perdere.

Maysoon Zayid: Ho 99 problemi, la paralisi è solo uno di questi. Attrice, comica, filantropa che difende i disabili, Maysoon Zayid ritiene che non ci sia nulla di off-limits. “Se volete realizzare la vostra vita e i vostri sogni, non potete fare solo qualcosa, dovete lavorare in ogni direzione,” ha detto in un’intervista con Baraka Bits.

Suzanne Talhouk: Non uccidete la vostra lingua. In un bellissimo, sincero invito alla preservazione della cultura, Talhouk ci racconta come una antica, ricca lingua stia perdendo importanza solo per “sembrare moderni”. “Spesso si dice che se vuoi uccidere una nazione, l’unico modo per farla fuori è di ucciderne la lingua,” dice in questo discorso che ci fa riflettere.

Karima Bennoune: Quando i musulmani combattono contro il fondamentalismo. Bennoune condivide con noi quattro potenti storie che vanno contro gli stereotipi. Protagoniste, persone musulmane che lottano contro il fondamentalismo all’interno delle proprie comunità, ma che non arrivano sulle prime pagine dei giornali.

Aziza Chaouni: Come ho riportato un fiume – e la mia città – alla vita. Socia di TED che si batte per l’ecoturismo, Aziza Chaouni racconta il suo sforzo lungo 20 anni per portare il fiume Fez – un tempo considerato l’anima dell’affascinante città marocchina – di nuovo alla vita.

Valentina Primo è una giornalista argentina con un master in Studi sulla Pace con specializzazione in Diritti Umani.

Vai all’originale

 


Roberta Papaleo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz