Daesh Iraq Siria Zoom

L’Iraq smantella in Siria il più ampio gruppo internazionale a finanziare Daesh

daesh isis stato islamico
Al contempo, la conferenza internazionale invita a reprimere la diffusione dell’organizzazione terroristica in rete

Di Osama Mahdi. Elaph (22/02/19). Traduzione e sintesi di Giorgia Temerario.
L’intelligence irachena, in collaborazione con la Turchia e nove francesi, ha smantellato il più ampio gruppo che finanzia Daesh (ISIS) durante le operazioni relative alla sicurezza interna in Siria. Allo stesso tempo, la conferenza internazionale di Baghdad ha invitato a rafforzare la cooperazione internazionale per impedire la diffusione di Daesh attraverso la rete.
Secondo una fonte della sicurezza irachena, si tratta del più ampio gruppo a finanziare Daesh nella storia dell’Iraq, supportato tramite varie attività commerciali, in diversi paesi, al fine di rendere difficile il monitoraggio dei suoi movimenti.
L’operazione ha portato all’arresto di 13 francesi appartenenti all’ISIS e alcuni membri della cellula si trovavano nei governatorati di Salah al-Din, Kirkuk e Diyala e nella capitale, Baghdad.
Stando alla fonte della sicurezza, le investigazioni condotte dall’intelligence, affiancata dai francesi, hanno portato a scoprire i progetti del gruppo, che includeva anche 15 iracheni appartenenti all’organizzazione terroristica.
Poco prima, l’Iraq aveva espulso dalle Forze Democratiche Siriane (FDS) 130 elementi di Daesh, per poi trasferirli in centri di detenzione al fine di interrogarli e processarli, in quanto la maggior parte di loro è accusata di terrorismo in Iraq.
Un fonte militare ha affermato che numerosi elementi espulsi dalle FSD sono pericolosi e hanno compiuto omicidi contro iracheni in diverse aree del paese, tra cui numerose città dei governatorati di al-Anbar, Ninawa e Salah al-Din.
La quarta conferenza internazionale per combattere la diffusione di Daesh che ha visto la partecipazione dei rappresentanti di 60 paesi, ha caldeggiato il lavoro congiunto con gli alleati internazionali per potenziare le capacità irachene e fermare la diffusione dell’organizzazione in rete.
I partecipanti hanno convenuto di istituire un’altra conferenza internazionale nella seconda metà dell’anno per discutere sugli sforzi dell’Iraq nel perseguire a livello internazionale i mezzi di comunicazione che promuovono il terrorismo e l’estremismo, attraverso il coordinamento dell’intelligence internazionale.
Il centro iracheno di comunicazioni digitali ha smascherato le operazioni di Daesh attraverso un nuovo sistema elettronico che permette di scoprire i movimenti dell’organizzazione, su una piattaforma che comprende oltre 700 impiegati.

Osama Mahdi è un giornalista presso Elaph.
Vai all’originale


Redazione

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz