Economia News Politica

Algeria: il crollo del prezzo del petrolio rischia di mettere in ginocchio il paese

El Watan (26/06/2012). Il terribile crollo del prezzo del petrolio sui mercati internazionali ha iniziato a far discutere il cerchio molto ristretto degli “intellettuali” dell’economia. Il Presidente del Comitato economico e sociale del Consiglio nazionale (CNES) prenda sia necessario apportare qualche modifica alla tesi, da lui finora fortemente condivisa, che l’Algeria non può essere influenzata dalla tempesta finanziaria che ha colpito la zona euro e che ha esteso al sua onda d’urto anche sui mercati petroliferi.

“Per l’Algeria un crollo del prezzo del petrolio può avere conseguenze molto gravi sull’economia nazionale” ha detto ieri ad Algeri il presidente del CNES. Questa dichiarazione riflette un sentimento comune alle settore economico algerino. Nella riunione dell’OPEC tenutasi a Vienna il 14 giugno il ministro dell’Energia e delle Miniere Youcef Yousfi ha messo in guardia l’Organizzazione dal rischio reale di un crollo dei prezzi dopo l’aumento della produzione che ha superato il limite fissato nel dicembre del 2012.


Silvia Di Cesare

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz