News Pakistan Società

Perché dei pakistani sradicano alberi in questo video?

(Foto D.R.)

Alcuni utenti di Internet hanno affermato, erroneamente, che dei pakistani hanno sradicato giovani alberi piantati dal governo perché questa pratica sarebbe contraria all’Islam. La vera ragione è una disputa sulla terra.

di Jacques Pezet, Liberation – Check News, (11/08/2020)    Traduzione e sintesi di Katia Cerratti

Il caso è nato da un video circolato su Facebook e Twitter in inglese, francese e tedesco e segnalato da alcuni utenti alla rubrica Check News del quotidiano Liberation, in cui si vedono dei pakistani sradicare alberi che il Primo ministro Imra Khan avrebbe fatto piantare per lanciare un imponente progetto di piantumazione, a sua volta ispirato dal suo vicino, il primo ministro indiano Narendra Modi. Un progetto senza successo secondo alcuni utenti perché gli uomini che nel video sradicano gli alberi appena piantati sarebbero proprio pakistani e lo avrebbero fatto perché secondo loro “piantare alberi è una pratica contraria all’Islam”.

In realtà sono ben altri i motivi dello sradicamento. Check News infatti, effettuando una ricerca inversa, è riuscita a trovare articoli di giornale in lingua inglese pubblicati da siti di news pakistani il 9 agosto 2020. Negli articoli si conferma che “alberi appena piantati nell’ambito di una campagna di piantumazione, sono stati sradicati domenica scorsa dai residenti dell’area di Mandi Kas “, ma il motivo addotto non è legato alla religione islamica ma a un problema di” piantagione forzata su terreni privati “. Quel giorno, il governo pakistano aveva organizzato la piantumazione di 3,5 milioni di alberi che dovevano essere piantati da volontari in tutto il paese.

Lo stesso motivo è stato citato sulla pagina Facebook del vicecommissario del distretto di Khyber, il quale, domenica ha osservato in un post che dopo una grande cerimonia di piantumazione di alberelli, “si è scoperto che alcune persone hanno sradicato le piante. Abbiamo appreso che l’incidente è avvenuto a causa di una disputa sulla terra tra due tribù “. Secondo la stampa pakistana sarebbe in corso un’indagine per punire gli sradicatori che quel giorno hanno rimosso 6mila nuove piante.

Infine, se alcuni utenti di Internet volevano far credere che gli attacchi agli alberi piantati fossero contrari all’Islam, va notato che l’operazione è stata inaugurata dal ministro degli Affari religiosi e dell’armonia interreligiosa, Noor-ul-Haq Qadri.

Vai all’originale

Il video

Katia Cerratti

Giornalista professionista, laureata in Lingue orientali con una tesi in Islamistica sull’integralismo islamico in Egitto, comincia ad amare la lingua araba all’età di undici anni, quando un compagno di scuola, marocchino, le scrive il nome in arabo sul diario: Muhammad محمد. Coltiva negli anni una grande passione per il multiculturalismo, la difesa dei diritti umani e delle minoranze, segue la politica estera in particolare di Asia e Medio Oriente e la vita culturale di queste regioni. Inizia a scrivere sul "Calendario del popolo” di Nicola Teti, ha collaborato con il settimanale Left e con le testate online arabismo.it e newscinema.eu, e attualmente scrive per arabpress.eu. Da molti anni lavora nella redazione Media Management di Rainews24.

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet