News Zoom

La moneta unica dei Paesi del Golfo non è mai esistita

Di Yousef Awadh. Arab Times (02/07/2014). Traduzione e sintesi di Francesca Passi.

Sono ormai finiti i tempi durante i quali si parlava di una moneta comune per i Paesi del Consiglio di Cooperazione del Golfo (CCG). Probabilmente, si trattava soltanto di un progetto molto ambizioso che i ministri delle Finanze delle varie nazioni proponevano a ogni convegno. La verità è che la moneta unica dei Paesi del Golfo è esistita soltanto nei verbali dei numerosi summit e incontri tenuti dagli stessi ministri. D’altronde, negli ultimi anni, nessun provvedimento rilevante è stato mai intrapreso al fine di promuovere il progetto della nuova valuta.

Bisogna ammettere che l’approvazione di una moneta unica da parte di più Paesi non è una missione di facile realizzazione, soprattutto nel caso dei Paesi del CCG, che hanno sistemi economici e finanziari molto differenti tra loro.

Per esempio, l’economia dell’Arabia Saudita non può essere paragonata a quella del Bahrein, così come l’economia degli Emirati Arabi Uniti non può essere messa a confronto con quella dell’Oman. Inoltre, le classificazioni creditizie del Kuwait e del Qatar sono molto alte.

Di conseguenza, sarebbe necessario compiere degli sforzi notevoli al fine di trovare un equilibrio tra i diversi sistemi finanziari, monetari e creditizi delle nazioni del CCG. Si potrebbe, ad esempio, incentivare gli investimenti in Bahrein e nell’Oman allo scopo di aiutare questi due Paesi a raggiungere lo stesso livello monetario e creditizio delle controparti del CCG.

Tuttavia, vi è anche un altro ostacolo alla questione dell’approvazione della valuta unica, ovvero la scelta del Paese nel quale potrà avere sede il quartier generale della Banca Centrale del Golfo. Si tratta di una questione alquanto spinosa, che vede principalmente coinvolte le città di Riyad e Abu Dhabi. Senza dubbio, tutto ciò ha contribuito a far diminuire l’entusiasmo verso il progetto dell’unione monetaria della regione.

Allo stesso tempo, l’Oman non si è mostrato abbastanza convinto circa l’adesione al progetto della valuta comune e senza dubbio la sua decisione influenzerà la credibilità del sistema monetario unico. Alcuni sostengono che la posizione adottata dall’Oman possa essere paragonata a quella della Gran Bretagna la quale rifiutò di aderire all’euro.

Se i Paesi del CCG vogliono davvero portare avanti il progetto del sistema monetario unico regionale, questi devono mostrarsi più aperti e trasparenti l’uno con l’altro e devono impegnarsi nel risolvere le varie controversie che ostacolano il successo del CCG. Un buon inizio potrebbe essere la creazione di un mercato finanziario comune.

Vai all’originale

 

Roberta Papaleo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet