Economia Siria Zoom

Grandi progetti in Siria: imprenditori investono nel turismo

aleppo-guerra-siria ricostruzione
Al via i preparativi per la ricostruzione: alberghi ed edilizia

di Roula Attar. al-Modon, (31/03/2018). Traduzione e sintesi di Mario Gaetano.

Nell’ultimo periodo si è notata una certa attenzione degli imprenditori siriani per i progetti d’investimento. Tra di essi, rilevante è quello turistico, insieme a quello per la ricostruzione e ad altri ancora.

Il ministero del turismo siriano aveva già considerato tali settori come sue priorità, e perciò si è adoperato nel promuovere le iniziative economiche necessarie, offrendo anche facilitazioni a coloro che sono disposti ad investire ed operare nel settore turistico.

Successivamente, il ministero del turismo ha reso noto nel suo rapporto che sono stati firmati già 11 contratti per questo settore, e secondo alcuni funzionari, il boom in questo comparto dell’economia è da mettere in relazione alla particolare congiuntura del momento.

Uno degli investimenti annunciati riguarda l’albergo al-Jala’ a Damasco, che sarà demolito per fare posto ad un hotel a cinque stelle e ad un centro commerciale. Secondo fonti ministeriali, questo è tra i più strategici ed importanti progetti per l’economia del Paese. L’azienda Marwj al-Sham, di Wasim Qutan, se ne è aggiudicata la realizzazione. Essa ha stimato che il ricavo dell’investimento sarà di 100 miliardi di lire siriane. Tale progetto, unitamente all’idea di istituire un’associazione nazionale sportiva, vale una quota di investimenti pari al 24%, tra opere da realizzare e capitali da immettere. Gli utili che ne deriveranno, saranno di 250 milioni di lire siriane l’anno.

Tra i progetti che sono in corso d’opera, grazie anche alla Syria Holding Company, c’è quello delle “Siria’sTowers” che prevede cinque torri, ognuna delle quali sarà alta 40 piani e occuperà una superfice di 260.000 m², mentre sottoterra raggiungerà i 140.000 m² di superficie. Tali strutture, in particolare, comprenderanno: un centro commerciale; un residence; uffici commerciali; garage per 2.500 automobili; cinema; ed infine sale per conferenze e matrimoni. Il valore del contratto è stimato intorno ai 108 miliardi di lire siriane.

Su un altro versante, il ministero per i lavori pubblici e dell’assegnazione degli alloggi ha rilasciato il permesso a costruire a società immobiliari ed a società per azioni che svolgono attività immobiliare. A ciò si aggiunga che sono in corso trattative tra l’ente per l’assegnazione degli alloggi, la banca commerciale siriana e la Zubaidi&Qal’a Private Company per fondare una società immobiliare per azioni a partecipazione pubblica, stimando che il capitale impiegato sarà di 50 miliardi di lire siriane.

Infine, è stato raggiunto un accordo tra il predetto ministero  e la Cassa di previdenza degli ingegneri per realizzare due torri abitabili all’interno del Progetto Damar.

Vai all’originale.

Roula Attar è una giornalista che scrive su al-modononline

I punti di vista e le opinioni espressi in questa pubblicazione sono di esclusiva responsabilità degli autori e non riflettono necessariamente il punto di vista di Arabpress.eu


Redazione

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz