News Palestina Politica Zoom

Elezioni locali palestinesi tra il sostegno e opposizione

elezioni palestina

Di Adel Shadid. Al-Araby al-Jadeed (03/09/2016). Traduzione e sintesi di Sebastiano Garofalo.

In questi giorni assistiamo al fermento che pervade la Cisgiordania e la Striscia di Gaza dovuto alle elezioni locali del prossimo 8 ottobre. Da poco sono scaduti i termini per la presentazione delle liste elettorali.

Anche se queste elezioni non sono considerate determinanti per le sorti della Palestina, in parte perché i comuni e consigli di villaggio sono considerati enti locali – le cui responsabilità e funzioni si limitano a servizi per i cittadini come infrastrutture, elettricità, acqua, strade e fogne – esse rivelano il crollo del progetto politico palestinese e la mancanza di un orizzonte politico, nonché le divisioni tra Fatah e Hamas.

Queste ragioni hanno causato una disaffezione verso le elezioni palestinesi e le élite politiche e intellettuali da parte di molti segmenti della popolazione.

Molti hanno sperato che queste elezioni potessero porre fine alle divisione politica tra la Cisgiordania e la Striscia di Gaza attraverso la creazione di liste comuni che comprendessero tutti i partiti e movimenti, ma questa proposta si è arenata in fretta, fatta eccezione di poche aree agricole. Nelle grandi aree urbane, le forze politiche non sono riuscite a creare una lista unificata.

I sostenitori di queste elezioni sperano che il processo di rinnovamento delle cariche politiche inietti nuova linfa al sistema politico palestinese, inculcando la cultura della democrazia nella società palestinese attraverso la partecipazione del popolo nella scelta dei loro rappresentanti. Quanti invece si oppongono, sostengono che Israele possa ricorrere all’arma delle pressioni politiche, economiche e militari, acuendo così gli attriti tra enti locali e l’Autorità Palestinese.

Pertanto, alla luce di questo, è necessario rifondare il movimento nazionale palestinese nel suo complesso, e in particolare Hamas e Fatah, e stroncare sul nascere il tentativo israeliano di controllarle l’esito delle urne a proprio vantaggio. Allo stesso tempo, per assicura il rinnovo dell’establishment politico palestinese è d’obbligo coinvolgere tutti i giovani palestinesi in questo processo di rinnovamento.

Adel Shadid è uno scrittore palestinese.

Vai all’originale

I punti di vista e le opinioni espressi in questa pubblicazione sono di esclusiva responsabilità degli autori e non riflettono necessariamente il punto di vista di Arabpress.eu


Redazione

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz