Egitto News

Egitto: prime reazioni alla bozza della nuova costituzione egiziana

Al-Masry al-Youm (16/10/2012). I titoli dei giornali di oggi indicano che l’Egitto è intrappolato in un vortice di confusione politica sulla prima bozza post-rivoluzione della nuova costituzione egiziana. Mentre i 100 membri dell’Assemblea Costituente stanno dando gli ultimi ritocchi alla bozza della nuova costituzione egiziana, che dovrebbe spianare la strada al pluralismo politico e alla giustizia sociale, sono nate dispute tra i poteri politici riguardo diversi articoli.

Nella sua prima pagina, il giornale statale al-Ahram ha citato Mohamed Mahsoub Abdel  Meguid, ministro degli Affari parlamentari e capo del Comitato di redazione dell’Assemblea, il quale ha detto che la prima bozza della nuova costituzione egiziana è stata mandata a professori di legge ed economia, così come alle autorità giudiziarie, per revisioni e suggerimenti sugli articoli costituzionali. Anche il quotidiano Youm7 si è largamente occupato della questione, mettendo in luce alcuni articoli controversi come: “Il Presidente non può ricoprire alcuna carica di partito durante il suo mandato” e “Sovranità per il popolo per praticare, proteggere e preservare l’unità nazionale”.

Ad ogni modo, il punto comune di controversia è caratterizzato dall’articolo 2, che stabilisce che “l’Islam è la religione ufficiale dello Stato egiziano e i principi della Sharia islamica sono le principali fonti di legislazione.” Il Quotidiano privato Al-Watan ha scritto che il movimento salafita ha minacciato una mobilitazione popolare dal momento che la costituzione che è stata redatta non garantisce che la legge islamica non sarà violata.


Viviana Schiavo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz