News Società

Amnesty International condanna divieto uso parola “Allah” per i cristiani malesi

Ahram Online (24/06/2014). L’organizzazione Amnesty International ha denunciato la decisione del governo malese di bandire l’uso da parte dei cristiani della parola “Allah” per riferirsi a Dio, definendo la decisione come “un abuso contro la libertà di espressione”.

Benché il governo abbia assicurato che il divieto è limitato alla produzione scritta e che la parola può essere ancora usata in chiesa, diversi avvocati malesi temono che la decisione potrebbe fissare il precedente verso la diminuzione della libertà religiosa della minoranza cristiana in favore di un’ascesa dell’islamizzazione. A questo proposito, va ricordato che circa due terzi della popolazione malese è di fede musulmana.

 

Roberta Papaleo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet