News Zoom

Il fascismo: dal passato al presente

Di Wisam Sa’ada. Al-Quds al-Arabi (01/06/2014). Traduzione e sintesi di Caterina Ielo.

Dalla Russia all’Ucraina, dall’Egitto alla Siria, dall’India alla Francia e l’intera Europa, pare che il fascismo sia tornato in auge, simultaneamente in varie parti del mondo.

Il fascismo come si presenta oggi assume varie forme: da contrasto tra due Paesi, come accade tra Mosca e Kiev, a disordini all’interno della stessa società, come accade in Egitto tra El Sisi e i Fratelli Musulmani. Ancora, può riguardare un Paese ormai essiccato, come in Siria tra il regime mostruoso e le milizie e tra i gruppi di Al-Nusra e ISIS. Può assumere anche una forma internazionale, rappresentata, ad esempio, dalle fazioni di estrema destra emerse nelle ultime elezioni per il Parlamento Europeo.Ulteriore esempio è la Turchia, dove emergono numerose accuse contro la leadership islamica guidata da Erdogan

La crisi economica e finanziaria mondiale e la crisi delle democrazie liberali in una certa misura hanno contribuito al ritorno di tendenze fasciste. I movimenti principali che oggi rappresentano il ritorno del fascismo in Europa e nel mondo hanno la tendenza di negare la presenza di stampo fascista al loro interno. I gruppi che alimentano l’esistenza del fascismo non supportano alcuna struttura totalitaria per formare uno Stato o una nazione degni di essere definiti tali, a differenza di quanto veniva sostenuto in passato, ma è pure vero che le leadership autoritarie populiste rappresentano il punto di partenza per classificare questo movimento o l’altro come fascista.

Le ideologie fasciste del nostro secolo non sono diverse da quelle del secolo scorso, ma cambiano solamente le modalità con cui agiscono e si presentano oggi. Il fascismo, nei casi di Europa e India, opera in modo da imporre il suo essere al sistema democratico liberale. Allo stato attuale, ci sono numerosi movimenti populisti accusati di fascismo oltre alla presenza di un’estrema destra rinvigorita: per fare un esempio si può citare il partito Bharatiya Janata in India e il Fronte Nazionale in Francia, il che ostacola il cammino di espansione della democrazia liberale a livello mondiale.

Oggi, ciò su cui fanno leva i movimenti populisti accusati di fascismo e che concorrono alle elezioni è il fatto che la loro vitalità sia necessaria al sistema politico ed economico, perché non esiste una forza di attrazione proveniente dalla destra o dalla sinistra, visto che non vi è più una vera e propria destra o sinistra.

Vai all’originale

 

Roberta Papaleo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet