Zoom

Negli USA il primo festival della comicità musulmana

Di  Mağdalīn Al-shumūrī . Al-Araby Al-Jadeed  (15/07/2015)  Traduzione e sintesi di Paola Conti.

Negli ultimi tempi giovani musulmani americani stanno sfruttando la scena artistica attraverso rappresentazioni teatrali, programmi di satira e Stand up comedy per raffigurare i problemi sociali e politici che affrontano gli arabi e i musulmani, cambiare gli stereotipi diffusi tra gli americani nei loro confronti, opporsi all’islamofobia e far conoscere l’Islam

Per questo per la prima volta negli Stati Uniti, il 21, 22, 23 luglio prossimi la città di New York  ospiterà un Festival di Commedia musulmana dal titolo “The Muslim Funny Fest.”

Il festival è organizzato dal comico Dean Obeidallah, conduttore di un programma radiofonico settimanale su Sirius X ed editorialista per il The Daily Beast e dall’attrice e attivista Negin Farsad.

I due hanno istituito nel 2003 il “New York Arab-American Comedy Festival  (Il Festival della Commedia arabo- americana di New York), che da allora si svolge ogni anno.

Il percorso intrapreso da Dean e Negin non è stato privo di ostacoli, in particolare quando hanno acquistato gli spazi pubblicitari nelle stazioni metro della città di New York lo scorso anno.

L’affissione dei loro poster pubblicitari era stata inizialmente programmata per ottobre, ci furono lunghe trattative sul contenuto degli stessi e la data dell’affissione posticipata ad aprile.

I manifesti pubblicitari, però, non furono esposti in quanto la Società del Trasporto Pubblico di New York (MTA) , il 29 aprile, decise di vietare tutti i poster e le pubblicità politici e religiosi sui propri mezzi.

Tale decisione fu presa dopo le dispute legali concernenti pubblicità anti-musulmane apparse sui mezzi di trasporto e della metro di New York.

In ogni caso, l’obiettivo principale di Dean e Negin non era quello di replicare alla suddetta campagna anti -Islam, ma di ritrarre i musulmani americani in un modo positivo, preciso e divertente e promuovere nuovamente la loro commedia-documentario “The Muslim are coming” ( I musulmani stanno arrivando) che avevano realizzato nel 2013, facendo inoltre un tour per il Centro e Sud America che includeva spettacoli gratuiti e attività di sensibilizzazione, per comunicare con la gente e combattere l’odio verso i musulmani.

Attualmente Negin è ancora impantanata in dispute legali dopo aver presentato un’azione legale contro la MTA di New York, nel giugno scorso, accusandola di violare la libertà di espressione.

Molte altre esperienze simili a quella di Dean e Negin sono degne di nota negli Usa, tra queste: gli “Axis of Evil”, giovani americani di origine araba, il cui nome si rifà all’espressione usata dall’ex presidente americano Bush per descrivere l’Iran, la Siria e la Corea del Nord.

Il gruppo ha realizzato molti spettacoli comici ispirati alla realtà degli arabi americani di New York.

Mağdalīn Al-shumūrī, giornalista freelance

Vai all’originale 

I punti di vista e le opinioni espressi in questa pubblicazione sono di esclusiva responsabilità degli autori e non riflettono necessariamente il punto di vista di Arabpress.eu

Silvia Di Cesare

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet