Iraq News Politica

Iraq: crimini di guerra

Al-Arabiya (26/07/2014). Il ministro degli esteri libanese Gebran Bassil intende chiedere alla Corte penale internazionale di indagare sui crimini di guerra di Israele nella Striscia di Gaza e dello Stato islamico (Isis) in Iraq, ma il problema resta l’isolamento sempre maggiore del primo ministro sciita Nuri al-Maliki. Ieri infatti l’Ayatollah Ali al-Sistani, massima autorità sciita in Iraq, ha chiesto ai politici iracheni di farsi da parte, con particolare riferimento proprio a lui.

Nelle zone controllate dall’Isis, le minoranze, soprattutto i cristiani, abbandonano le loro case per trovare rifugio altrove. In particolare a Mosul, dove ieri i combattenti del califfato hanno distrutto la moschea di Giona, figura venerata da ebrei, cristiani e musulmani. Un colpo indicativo delle intenzioni dello Stato islamico nei confronti di quella che sarebbe l’eredità culturale dell’Iraq: sotto lo stesso cielo.

Carlotta Caldonazzo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

summer_school_a_tangeri

Ultimi tweet