News Zoom

Un partito per ogni famiglia

Elaph (17/05/2012). Traduzione di Angela Ilaria Antoniello.

In una Tunisia ormai libera dal sistema a partito unico, che ha dominato la scena politica a lungo, la proliferazione dei partiti ha raggiunto il suo apice, tanto che entro la fine di quest’anno il loro numero supererà quello di tutti i paesi europei. Dunque la Tunisia ha raggiunto un risultato senza precedenti sia rispetto ai paesi arabi sia rispetto ad alcuni paesi occidentali. Le statistiche, specie quelle amatoriali, dovrebbero gioire di questo risultato e dello slogan “Un partito per migliaia di cittadini”. Intanto, nell’attesa che questi partiti diventino autosufficienti e che si rompa con la politica di prestiti e importazione, i politici fanno dei progressi presentando i loro programmi agli elettori, che potrebbero però essere frastornati dal “troppo” pluralismo. È presto per dire se la politica riuscirà a digerire tutti questi partiti, pertanto è inaccettabile provare a fermare questo processo con lo slogan “Un partito per ogni famiglia”. Oggigiorno non è più così strano trovare un partito sostenuto quasi esclusivamente dai membri della famiglia del leader e i cui sostenitori si riuniscono a casa dello stesso. Il problema, casomai, è che i programmi di questi nuovi partiti sono identici, non hanno peculiarità e nemmeno una strategia politica definita. Si ha l’impressione che questi partiti, che colmano un vuoto nella vita del paese durato più di mezzo secolo, si siano affacciati sulla scena politica portando la stessa ideologia, sebbene sotto un colore diverso, e che la loro abbondanza non implichi necessariamente una diversità sostanziale nei programmi politici né che i disegni strategici differiscano gli uni dagli altri.Ciò che è certo è che per vincere le elezioni è necessario che un partito presenti un programma chiaro, in cui il piano politico e quello economico si integrino con gli aspetti sociali e culturali, obbediente a una precisa ideologia, che tenga in considerazione il passato, ma con lo sguardo puntato al presente e al futuro.

Giusy Regina

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet