Algeria Gallery Viaggi

Turismo ecosostenibile in Algeria

Grazie alla ricchissima biodiversità che la caratterizza, l’Algeria è uno dei paesi mediterranei più originali, con pochi rivali dal punto di vista bioclimatico, morfologico, floristico e faunistico. Una tale diversità ecologica genera un’enorme ricchezza di paesaggi e di ambienti naturali di grande qualità, che conferisce all’Algeria un patrimonio naturale eccezionale.

La biodiversità algerina rappresenta una delle più elevate del bacino del Mediterraneo.

Per proteggere il proprio patrimonio nazionale, l’Algeria ha identificato una rete di aree protette che racchiudono ecosistemi unici e rappresentativi della biodiversità del paese oltre che patrimoni archeologici unici.

Il Parco Culturale di Ahaggar

Secondo Parco Nazionale dell’Algeria, l’Ahaggar ha preso la denominazione di Parco Culturale dal 2011, grazie al patrimonio archeologico in esso conservato che testimonia un’occupazione umana quasi permanente e che risale almeno a 1 milione di anni fa.

L’Ahaggar è uno dei più antichi centri d’invenzione della ceramica al mondo e culla dell’agricoltura. Il Parco conserva migliaia di sculture e dipinti rupestri, espressione artistica in rappresentazione degli usi, dei costumi, dei miti dell’uomo antico oltre che di forme schematiche dalle quali deriva l’alfabeto tifinagh (da cui oggi l’ufficiale Tamazigh, l’alfabeto berbero).

Il Parco Nazionale di Tassili (Riserva della Biosfera)

Con una superficie di 100 mila ettari, il parco di Tassili ha prima di tutto un carattere archeologico data la moltitudine di incisioni e pitture rupestri. Con le sue 15 mila opere, Tassili è anche considerato il più grande museo preistorico al mondo .

Ben 230 specie animali tra quelle presentate nei disegni rupestri sono ancora viventi e si ritrovano nel parco. Si nota la presenza del ghepardo, in via d’estinzione, della volpe rossa, del gatto delle sabbie, del gundi del Sahara, o dell’aquila reale.

 

Accanto al mantenimento di queste aree protette si sviluppano progetti di turismo ecosostenibile come nel caso del Parco Nazionale costiero di Taza.

Spostandoci dalla zona sahariana dei parchi di Ahaggar e Tassili, il Parco di Taza ha come obiettivo mettere in opera una politica di turismo sostenibile nel parco, valorizzando le sue specie naturali terrestri e marine.

Sulla base dell’identificazione dei beni naturali, culturali, economici e strutturali della regione, la strategia di sviluppo sostenibile elaborata propone una serie di attività terrestri e marine indirizzate al pubblico sia locale che internazionale. Un esempio di queste attività è il sentiero sotto marino.

Altri parchi:

Parco Nazionale di El Kala (Riserva della Biosfera)

Parco Nazionale di Chrea (Riserva della Biosfera)

E questi sono solo alcuni.


Emanuela Barbieri

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz