Media News Politica

Tunisia: giornalisti: Governo, proteggici di più!

giornalisti tunisini, protestaTunisia Live (30/06/2013). “Chiediamo al governo di attivare l’articolo 4 del paragrafo 115 della Costituzione che protegge i giornalisti e criminalizza gli assalti contro di loro”: queste le parole di Aymen Erezgui, giornalista e presidente dell’ufficio esecutivo dell’Unione Nazionale dei Giornalisti Tunisini. L’appello giunge in seguito al recente episodio che ha visto coinvolto Adnen Chawachi, giornalista tunisino aggredito davanti al palazzo dell’Assemblea Costituente Nazionale. Chawachi stava documentando una manifestazione della Lega per la Protezione della Rivoluzione, gruppo considerato controverso perché accusato spesso di usare violenza per fare largo agli obiettivi del partito al potere Ennahda.

Nesrine Alouch, press officer dell’Associazione Nazionale dei Giovani Giornalisti, è tra coloro che condannano l’aggressione: “Nella Tunisia post-rivoluzione i giornalisti vengono attaccati da funzionari politici, cittadini, associazioni e soprattutto dalla Lega per la Protezione della Rivoluzione”. Tali campagne violente mirano per la Alouch a “diffamare i giornalisti”, che vengono definiti infatti “i media della vergogna” o “i media complici”. La sua associazione chiede dunque che il governo faccia di più per la tutela dei giornalisti e che indaghi su chi li aggredisce.

Claudia Avolio

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet