News Politica Tunisia

Tunisia, Essebsi: “Non possiamo sconfiggere da soli il jihad”

(Agenzie). “La Tunisia non può combattere il jihad da sola”: lo ha dichiarato il presidente tunisino Beji Caid Essebsi, alla luce dell’attacco di oggi a una struttura alberghiera di Sousse (circa 140 km a sud di Tunisi) nel quale sono morte almeno 37 persone, secondo le ultime stime.

Essebsi ha detto che si tratta di un problema “internazionale” e ha fatto riferimento anche ai fatti che oggi hanno scosso la Francia e il Kuwait: qui, militanti Daesh (ISIS) hanno rivendicato la responsabilità dell’attacco a una moschea sciita che ha causato la morte di 27 persone. “Questo mostra che c’è bisogno di una strategia globale e che tutti i Paesi democratici devono unire le forze”.

 


Roberta Papaleo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • […] «La Tunisia non può combattere il jihad da sola»: lo ha dichiarato il presidente tunisino Beji Caid Essebsi, alla luce dell’attacco di oggi a una struttura alberghiera di Sousse (circa 140 km a sud di Tunisi) nel quale sono morte almeno 37 persone, secondo le ultime stime. Essebsi ha detto che si tratta di un problema «internazionale» e ha fatto riferimento anche ai fatti che oggi hanno scosso la Francia e il Kuwait: qui, militanti Daesh (Isis) hanno rivendicato la responsabilità dell’attacco a una moschea sciita che ha causato la morte di 27 persone. «Questo mostra che c’è bisogno di una strategia globale e che tutti i Paesi democratici devono unire le forze». (27/06/2015 Fonte: Arabpress) […]