News Politica Tunisia

Tunisia aiuta jihadisti pentiti a tornare a casa

Taieb Baccouche

Il ministro degli Esteri tunisino, Taieb Baccouche, ha confermato che il suo paese, da dove provengono gran parte dei combattenti stranieri in Siria , è in contatto con i jihadisti pentiti per facilitarne rimpatrio. “Abbiamo aperto i canali di comunicazione con i jihadisti tunisini che vogliono tornare a casa”, ha detto il ministro Baccouche al giornale Akher Khabar.

Le autorità hanno inoltre negoziato con il governo siriano sulla sorte di cittadini tunisini detenuti in Siria. Non è noto il numero esatto dei tunisini che hanno deciso di unirsi al jihad, tuttavia, le stime ufficiali tunisine parlano di circa 3.000. Nel mese di luglio, gli esperti delle Nazioni Unite hanno stimato che più di 5.500 tunisini attualmente combattono in Siria e in Libia. Secondo il ministro Baccouche, le autorità tunisine hanno già aiutato decine di jihadisti a tornare nel loro paese.


Emanuela Barbieri

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz