News Politica

Siria: opposizione si riunisce in segreto per discutere transizione

The National.ae (27/04/2012). L’opposizione siriana all’estero ha rivelato di star buttando giù idee relative alla transizione in un potenziale post-Assad. Veterani della politica, leaders etnici, islamisti, dissidenti secolaristi e militari, giovani attivisti: sono tutti parte di questa opposizione che lotta per convincere che un’alternativa scevra da divisioni incolmabili è possibile. Il Consiglio Nazionale Siriano (CNS) ha detto ieri qualcosa in più sui “workshops segreti”, dal titolo significativo: Il Giorno Dopo. Negli incontri i membri dell’opposizione discutono su questioni che vanno dal garantire acqua ed elettricità a più di 20 milioni di siriani al trovare un ruolo per la religione, in un quadro post-Assad. Tali piani hanno come obiettivo quello di tenere a bada il caos, le spaccature e l’illegalità che altri Paesi nella regione (pensiamo a Libia ed Iraq) hanno dovuto affrontare dopo la caduta delle dittature. Non è dunque un caso che, come si apprende dalle fonti, all’interno dell’opposizione siriana si siano consultati proprio esperti di Libia ed Iraq. Per il momento si prevede che i piani dell’opposizione saranno messi a punto entro luglio.


Claudia Avolio

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.