News Politica

Siria: l’invio degli osservatori arabi “non promette bene”

Dar al-Hayat (25/12/2011). Migliaia di siriani sono scesi in piazza ieri per scortare i corpi di 44 persone rimaste uccise nei due attentati nel centro di Damasco. Si susseguono le accuse su chi siano i responsabili dell’accaduto. Nel frattempo Hamas ha condannato gli attacchi, mentre i Fratelli Musulmani hanno negato le notizie che li vorrebbero coinvolti nelle esplosioni. Il comitato permanente della rivolta siriana ha reso nota l’uccisione di almeno 25 persone avvenuta ieri in diverse regioni del Paese. Colui che è stato designato per essere a capo della missione degli osservatori arabi, Muhammad Ahmad Mustafa Ad-dabi, è giunto ieri nella capitale siriana per discutere sul da farsi prima dell’arrivo degli altri membri. Alcune fonti arabe hanno riportato che l’avvio delle operazioni di monitoraggio “non promette bene”, segnalando “condizioni difficili” da cui si trovano circondati.

Claudia Avolio

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.