News

Siria: l’escalation di violenze ostacola gli osservatori

Al-Sharq al-Awsat (17/06/2012). Il capo della missione degli osservatori internazionali in Siria, il generale Robert Maud, ha dichiarato ieri che l’aumento degli episodi di violenza avvenuto nel paese negli ultimi giorni costringe alla sospensione del lavoro degli osservatori stessi ed impedisce di trovare una risoluzione pacifica al conflitto. Maud ha dichiarato che una simile situazione “limita la nostra capacità di controllo ed ostacola l’opportunità di creare un dialogo interno ed un piano per la stabilità”.

Da parte sua, l’Osservatorio siriano per i diritti umani ha rinnovato l’invito alle Nazioni Unite per un intervento in Siria, specialmente col fine di tutelare le centinaia di famiglie che si trovano bloccate nella regione di Homs, teatro di massacri e bombardamenti ad opera delle forze del regime ormai da settimane.

Le operazioni di violenza si sono intensificate, inoltre, nelle altre regioni del paese: nella sola giornata di ieri, ci sono stati più di 60 morti e decine di feriti.

Roberta Papaleo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

summer_school_a_tangeri

Ultimi tweet