EAU Viaggi

Sempre più turisti scelgono Dubai

Di Dalal AbuGhazala. Al-Hayat (05/03/13). Traduzione di Alessandra Cimarosti.

Il numero di visitatori degli hotel di Dubai, rispetto allo scorso anno, si è elevato a 11 milioni. I funzionari dell’Emirato lo considerano un dato molto positivo perché “Dubai sta raggiungendo il suo obiettivo di attirare 20 milioni di visitatori entro il 2020”.

Il dipartimento del Turismo, del Commercio e del Marketing di Dubai ha dimostrato che i ricavi degli hotel e delle case vacanze hanno registrato un notevole aumento del 16,1%, vale a dire 21,84 miliardi di dirham (circa 6 miliardi di dollari).

Inoltre, il numero di turisti sauditi è cresciuto del 19,9%: sono infatti 1.35 milioni i viaggiatori che hanno scelto Dubai, che rimane al primo posto in questo campo.

I dati hanno dimostrato che il numero degli ospiti delle strutture alberghiere dell’Emirato è aumentato del 10,6 % rispetto al 2012 (11.012.487 visitatori) e ciò gli ha permesso di ottenere il primo posto nella classifica dei 10 paesi più visitati, seguito da India, Regno Unito, Stati Uniti, Russia, Kuwait, Germania, Oman, Iran e infine, Cina.

Si è registrato un aumento del 39% anche dei turisti australiani, portando il numero dei visitatori da 193 mila nel 2012, a 268 mila nel 2013; questo sviluppo ha fatto sì che le compagnie aeree Emirates e Qantas si siano accordate elaborando un partenariato che ha portato all’aumento del numero dei voli tra Dubai e Australia.

Il direttore del dipartimento del Turismo, del Commercio e del Marketing, Hilal Ben Said al-Marri, ha dichiarato che questo incremento è un passo in avanti verso l’obiettivo di raddoppiare il numero di visitatori entro il 2020. Per raggiungere tale scopo, Dubai deve trasformarsi in una destinazione ideale per i turisti che viaggiano sia per lavoro che per piacere e deve attirare visitatori di mercati nuovi, oltre a quelli dei mercati tradizionali.

Il numero dei pernottamenti ha registrato un aumento del 78-80% negli alberghi e del l’82% nelle case vacanze.

Questi dati diventano anche più importanti se si pensa che il numero delle strutture alberghiere è passato da 80.414 a 84.534 nel 2013.

Vai all’originale

 


Alessandra Cimarosti

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet