Arabia Saudita Religione Zoom

Sconfiggi il terrorista che è in te!

stop terrorismo

Di Nora Shanar. Elaph (06/03/2019). Traduzione e sintesi di Giorgia Temerario.

La maggior parte delle persone è stata da sempre abituata al contatto con la religione nella vita di tutti i giorni, fin quando i più estremisti non hanno imposto un loro credo trasformando in tabù ciò che odiavano, ma anche ciò che era lecito, mentre quello che la religione considerava haram (proibito) è divenuto halal (lecito) a tal punto da intessere nella società e nell’apparato politico-religioso credenze che non appartengono alla vera legge islamica. Le società hanno infine diffuso l’idea errata che questa governance sia il perno della religione islamica, al fine di creare terrore e perpetrare reati attraverso la loro folle credenza.

Tornando un po’ indietro e guardando ai promotori che abbiamo esaltato e trasformato in messaggeri delle nostre vite, noteremo come essi abbiano imposto le loro idee e ostacolato i giovani, generando in loro il senso di ribellione che ha fomentato il terrorismo. Ci hanno fatto credere che questa dottrina fosse la vera religione e le vittime di ciò sono i giovani che hanno sacrificato le loro vite in guerre nelle quali non avevano arte né parte.

Il metodo utilizzato è stato tenere lezioni sul jihad, sui piaceri della vita e sull’ascetismo, attraverso le guerre in Cecenia, Afghanistan e infine Siria, facendo divenire i nostri giovani prede di società corrotte.

Di generazione in generazione, i padri hanno tramandato determinate credenze religiose ai propri figli a tal punto da convincerci che far guidare le donne fosse haram, che ascoltare musica fosse da infedeli, che far lavorare o studiare le donne fosse il più grande dei peccati. Le generazioni sono state vittime di un pensiero errato che ha colpito addirittura l’istruzione.

La mentalità di questa generazione ha bisogno di rielaborare ogni credenza poiché la sua dottrina si è alimentata dai tabù a tal punto da divenire corrotta, attraverso una propaganda ipnotica che l’ha intrappolata e costituisce una minaccia alla sicurezza pubblica.
Purtroppo sono ancora in molti a credere in questa dottrina sovversiva e ciò che accade oggi nel mondo arabo è dovuto all’importanza che quest’ultima ha assunto. Risulta, pertanto, necessario ristabilire la moderazione al fine di diffondere la vera religione islamica, che non ammette né violenza né terrorismo.

Nora Shanar è una giornalista e scrittrice saudita.

Vai all’originale


Redazione

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz