News Politica

Palestina: cresce il numero dei caffè per i giovani disoccupati a Gaza

caffè GazaElaph (12/03/2013). Negli ultimi anni Gaza ha assistito all’aumento della domanda di creazione di bar per i giovani, spinta sopratutto dall’aumento della disoccupazione giovanile nella città. Mohammed Khatib, giovane proprietario di un bar a Gaza City ha detto che ” il vuoto di prospettive di lavoro, mi ha spinto ad immaginare qualcosa di diverso. Ho pensato di ospitare i giovani disoccupati in un luogo che offrisse conforto e la possibilità di svago”. Al bar sono ammessi giovani sopra i 16 anni che con un piccolo contributo non superiore ad un dollaro possono godere della televisione e degli altri svaghi messi a disposizione.

“I nostri prezzi sono molto bassi” ha detto Mohammed “perché la situazione economica è molto grave ed io non voglio impedire ai giovani disoccupati di frequentare il mio bar”. In questi posti gli uomini e le donne forniscono uno spaccato della società di Gaza. Secondo Safaa Ahmed, giovane laureata, la crescita numerica di questi locali è collegata con l’aumento della disoccupazione e della popolazione all’interno della Striscia di Gaza , che crea un disagio che ” spinge i giovani a fuggire alla realtà dolorosa che vivono nel loro piccolo quartiere”.

La domanda che viene spontanea è qual’è l’atteggiamento della società di fronte a questi luoghi, frequentati anche da donne? Secondo Ahmed “la società gazawi non manca certo di molestarci con atti di bullismo o occhiate rivoltanti e mi rendo conto che la società non mi lascerà in pace. Ho deciso però diribellarmi alla ristrettezza mentale in cui vivo ed in cui vivono tutti ragazzi di Gaza”


Silvia Di Cesare

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz