- Home > Cultura > Novità editoriale: “Prima che parli il fucile”
Cultura Letteratura News Siria

Novità editoriale: “Prima che parli il fucile”

Questa è la storia di un siriano qualunque, figlio della buona borghesia damascena, che scrive un vero e proprio manifesto teorico-pratico sulla rivoluzione dal basso, nello specifico quella siriana. Emigrato all’estero e poco interessato al clima repressivo del suo Paese, agli inizi della rivolta siriana della primavera del 2011 torna a Damasco per restare. Dalla sua casa in un quartiere rispettabile, inizia a ragionare su cosa sia la “rivoluzione” e su come la si possa mettere in pratica. Scrive un vero e proprio manuale strategico non-violento, che con il tempo si diffonde in alcuni ambienti della sollevazione popolare. Omar Aziz, così si chiamava, è morto nel febbraio 2013 nelle carceri del regime siriano in circostanze mai chiarite. In Siria ancora oggi, davanti all’indifferenza del mondo, continua a parlare il fucile. Questo libro vuole mantenere viva la speranza dei tanti che, come Aziz, credono nella parola degli uomini. E nella non-violenza.

“Prima che parli il fucile”, edito da Mesogea, è stato ideato e scritto dal Collettivo Idrisi, di cui fanno parte: Caterina Pinto, Lorenzo Declich, Lorenzo Trombetta, Claudia Avolio e Andrea Glioti. In libreria dal 6 aprile.


Giusy Regina

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz