- Home > Novità editoriali > Novità editoriale: la graphic novel “Orientalia, mille e una notte a Venezia”
Cultura Letteratura Novità editoriali

Novità editoriale: la graphic novel “Orientalia, mille e una notte a Venezia”

"Orientalia, mille e una notte a Venezia" di Alberto Toso Fei e Marco Tagliapietra ed edita da Round Robin, è candidata al Premio Strega 2017.

orientalia copertinaGrazie alla ben riuscita fusione tra le conoscenze dello scrittore Alberto Toso Fei e la ricostruzione per immagini dell’illustratore Marco Tagliapietra nasce Orientalia, mille e una notte a Venezia una graphic novel forte sotto il profilo storico e leggendario quanto iconografico.

In un misto tra mito e storia, i due autori veneziani riportano in vita l’ultimo dei turchi rimasto storicamente a Venezia: Saddo Drisdi. Il protagonista, con i suoi racconti di vicende realmente parte dell’immaginario veneziano, incanta sette bambini sfuggiti agli austriaci ed entrati di soppiatto nel Fondaco dei Turchi, ormai in rovina.

Ambientato a Venezia durante la dominazione austro-ungarica, il racconto ci immerge nelle infinite storie tra veneziani e ottomani, fatte di battaglie, passioni, rapimenti di donne, santi trafugati e malfattori tramutati in pietra, che ricostruiscono una Venezia perduta che trovava in Oriente l’altra sua metà.

Ve ne diamo un assaggio.

Orientalia-23

Orientalia-28

Orientalia-71

Orientalia-72

“Veneziani e Ottomani furono per secoli acerrimi nemici ma anche i migliori alleati commerciali, in una continuità e uno scambio oggi forse incomprensibili; i “Turchi” erano accusati delle peggiori nefandezze, ma nello stesso tempo li si ospitava in città in uno dei più prestigiosi palazzi sul Canal Grande, il Fondaco dei Turchi appunto, dove rimasero per più di duecento anni, nel quale avevano un hammam e, si ritiene, perfino una piccola moschea”, racconta lo scrittore Alberto Toso Fei.

La documentazione che sta alla base di ‘Orientalia’ – spiega l’illustratore Marco Tagliapietra – è enorme: in alcuni casi, città, palazzi, volti di personaggi erano ben ricordati da foto, stampe o dipinti, mentre altri sono frutto di una fantasia plausibile. Il libro è inoltre ricco di riferimenti legati alla storia veneziana e a opere più o meno conosciute di celebri artisti del passato. Più di tutto mi interessava sottolineare i profondi intrecci e reciproci debiti, tra la cultura veneta e quella orientale, il motivo principe di tutto il libro concepito da Alberto Toso Fei”.

L’artista Mimmo Paladino e lo scrittore Roberto Ippolito la candidano all’edizione 2017 del Premio Strega, in qualità di Amici della domenica ovvero giurati del riconoscimento letterario italiano più importante.

Orientalia è edita da Round Robin ed è disponibile in libreria e nelle fumetterie.


Emanuela Barbieri

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz