- Home > Egitto > Nadia Abdou, primo governatore donna egiziano
Egitto Egitto in Movimento I Blog di Arabpress

Nadia Abdou, primo governatore donna egiziano

Dal blog Egitto in movimento di Ludovica Brignola

Definita donna di ferro dal parlamento egiziano, Nadia Abdou è diventata la prima governatrice regionale del Paese dei Faraoni.

Laureata in ingegneria chimica all’Università di Alessandria, classe 1944, Abdou è stata direttrice della Alexandria Drinking Water Company dal 2002 al 2012 e poi vice-governatrice dal 2013.

Ora è a capo della provincia di Buhayra, nella regione nord-occidentale del Paese, famosa per essere il governatorato più popoloso oltre che per ospitare Rosetta, la città dalla quale proviene la famosa stele situata al British Museum di Londra.

A differenza di altri paesi del nord Africa, l’Egitto ha una bassissima rappresentanza femminile in Parlamento. In Marocco, un sesto del Parlamento è destinato alle quote rosa. In Algeria e Tunisia la quota si aggira intorno al 30%, dipendentemente dalla dimensione della costituency. In Libia soltanto il 16% è occupato da donne. E in Egitto, dei 596 posti in Parlamento, soltanto 89 (il 14%) sono destinati alle quote rosa, il dato più basso della regione nord-africana.

Secondo le Nazioni Unite, “Se le donne contribuissero nel mercato lavoro quanto gli uomini, nel 2015 al prodotto interno lordo mondiale si sarebbero potuti aggiungere 28 trilioni di dollari – il 26% in più”.

In effetti, la più grande economia europea, la Germania, è guidata da una donna – Angela Merkel. E la Banca Centrale dell’economia mondiale più forte è diretta dalla settantenne Janet Yellen.

Tra i prossimi impegni di Nadia Abdou figurano un piano per rendere Rosetta – in arabo Rashid – meta turistica centrale e di portare avanti progetti industriali nella regione, come costruire scuole, ospedali e università.

È una posizione importante quella di Abdou, inaugurata dal Presidente Al-Sisi giovedì scorso, in grado di dimostrare al Paese più popoloso del Medio Oriente e tra gli ultimi 15 del Global Gender Gap Index 2016 che una donna è anche in grado di condurre e di – a volte – cambiare la storia.

 


Ludovica Brignola

1 Commento

Clicca qui per postare un commento

  • I hope so she will be effective for our government but still we need young people in our government
    She is more than 70 years how come??? And her position is very critical and dynamic

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz