News Palestina Zoom

Mohammad Qureiqai, il piccolo ma grande talento di Gaza

Di Hazem Balousha. Al-Monitor (16/05/2014). Traduzione e sintesi di Roberta Papaleo.

Sette anni fa, nel quartiere di Shujaiyya a Gaza City, il talento artistico di Mohammad Qureiqai, oggi dodicenne, è venuto alla luce mentre faceva schizzi a matita sul suo quaderno. Iniziò così il suo viaggio verso il suo riconoscimento come artista creativo.

Zoom 17 mag Mohammad Qureiqai in1Il fratello maggiore di Mohammad, Malek, non poteva credere ai suoi occhi quando ha visto lo schizzo disegnato dal bambino, che allora aveva solo 5 anni. Gli ha chiesto più volte di rifare il disegno, per assicurarsi che Mohammad lo avesse fatto da solo. Poi, Malek ha cominciato ad aiutarlo a trovare nuove idee per i suoi quadri, inizialmente realizzati con matita e carboncino.

Ogni quadro ha una storia: quando si chiede al giovane artista su di una certa opera, lui ricorda come ha avuto l’idea, come l’ha disegnata e il tempo impiegato per realizzarla. “Vado a dormire e mi sveglio sognando nuovi disegni. Ora le mie opere sono la mia vita. Tutto ciò che vedi intorno a me sono idee per quadri vecchi o nuovi”, dice Mohammad con un sorriso, nel suo studio allestito all’ultimo piano di casa sua.

Mohammad proviene da una famiglia della classe media, ha tre sorelle e cinque fratelli. Malek parla di lui dicendo che “il talento di Mohammad come artista è già eccellente, ma per avere 12 anni è straordinario”.

Zoom 17 mag Mohammad Qureiqai in2Mohammad ha partecipato a nove diverse mostre nella Striscia di Gaza, collettive o individuali, la maggior parte delle quali organizzate da istituzioni locali o governative. Ha inoltre partecipato a un’esibizione a Beirut organizzata dall’Ambasciata di Palestina in Libano. Doveva, infine, partecipare a una mostra in Sud Africa, ma non ha potuto viaggiare o inviare i suoi quadri, che sono stati invece fotografati, scannerizzati e poi esposti.

Israele ha rifiutato di concedere a Mohammad un permesso per viaggiare a Betlemme per partecipare alla realizzazione del “murale della pace attraverso gli occhi dei bambini dell’occupazione” nel 2012, che lo ha privato dell’opportunità di lavorare con bambini palestinesi e stranieri.

Mohammad cerca di sviluppare le sue abilità pittoriche attraverso l’autodidattica e l’uso di internet, esaminando i quadri di altri artisti, guardando video che illustrano i metodi corretti per dipingere e cercando spunto per nuove idee.

Zoom 17 mag Mohammad Qureiqai in3Nonostante la sua giovane età, Mohammad conosce i nomi degli artisti di fama internazionale e dice di sentirsi ispirato da Van Gogh. “Come Picasso, disegno con la mano sinistra”, confessa spensierato.

Mohammad dice che le persone con cui parla non si interessano all’arte e alla pittura. “Più di una volta, i miei vicini mi hanno detto che disegnare è inutile, che devo lavorare per vivere”, ha detto il ragazzo. Ma Mohammad vuole diventare un artista di fama mondiale: “Dopo la scuola, voglio studiare le belle arti per sviluppare le mie capacità e il mio talento”. Conclude dicendo che spera “di vivere al di fuori dalla Palestina, dove l’arte e il disegno hanno un valore e dove posso incontrare artisti famosi”.

Tutte le foto sono state scattate dall’autore Hazem Balousha

Vai all’originale

 

Roberta Papaleo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet