Egitto News

Media e libertà: il caso del canale satellitare Al Fara’een

22/10/2012. Tornerà in onda il canale satellitare “Al Fara’een”, dopo che il suo proprietario, Tawfeek ‘Okasha è stato assolto dalle accuse di incitamento alla violenza ed istigazione all’assassinio del presidente Morsi mosse dai Fratelli Musulmani. Il canale, di stampo ultranazionalista e nemico giurato della rivoluzione e della fratellanza aveva ricevuto l’ordine di chiudere i battenti lo scorso 16 agosto in contemporanea con l’inizio delle indagini della magistratura. ‘Okasha era solito condurre infuocate trasmissioni dove apriva il fuoco senza pietà verso tutto e tutti e in particolare sui suoi nemici giurati di sempre, i Fratelli Musulmani.

La decisione di bloccare il canale satellitare aveva diviso l’opinione pubblica, tra chi vedeva la decisione come una giusta mossa di “pulizia” del paese (accusando ‘Okasha di seminare odio tra gli egiziani e di rappresentare il vecchio regime) e chi ha invece urlato ad una pericolosa deriva autoritaria. Il presidente Morsi ha infatti mandato segnali contrastanti sulla sua effettiva intenzione di proteggere la libertà di stampa e di espressione. Sebbene si impegni spesso pubblicamente a garantire tali libertà, alcuni suoi provvedimenti come la sostituzione tutti i direttori dei principali giornali di stato e la consegna del Ministero dell’Informazione ai Fratelli Musulmani avevano iniziato a far preoccupare non poco gli attivisti e i giornalisti.

Come verrà quindi interpretata questa sentenza dagli egiziani? Trionfo della libertà d’espressione o scandalo di una magistratura corrotta e legata ancora al passato regime? L’episodio  riporta comunque alla luce la delicata questione della libertà di stampa e d’espressione nel nuovo Egitto, dove non sembra essere ancora emerso un quadro abbastanza chiaro della situazione, quasi a voler suggerire che il paese sia ancora in una fase di transizione verso quella che potrebbe essere un genuino processo democratico o  una nuova era di autoritarismo.

Luca Pavone

 


Luca Pavone

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz