News Società

Mecca val bene un pellegrinaggio

Al-Arabiya (04/10/2014). Come ogni anno, il pellegrinaggio a Mecca rappresenta un momento di profondo fervore religioso ma anche di ghiotti affari, non sempre leciti.

Il hajj (pellegrinaggio) per i tour operator britannici è sempre sinonimo di grandi affari, un fenomeno comprensibile (e trasversale dal punto di vista religioso) visto che per quest’anno le stime parlano di entrate pari a 160 milioni di dollari. Il rischio di truffe ai danni dei pellegrini è sempre alle porte e come ogni anno il grande evento è preceduto dall’allarme delle autorità saudite su possibili frodi, pacchetti completi venduti sottocosto che poi si rivelano una truffa. Secondo la polizia locale alcuni hanno perso fino a 55 mila dollari nel tentativo di aggiudicarsi un posto nei sacri confini. Nel 2013 le vittime di frodi sono state migliaia e i truffatori scoperti circa 200. Ma per quest’anno secondo l’Associazione dei pellegrini britannici ci sono state molte più denunce di inganni.


Carlotta Caldonazzo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz