News Politica

Marocco: si amplia il raggio d’azione delle rivolte. Si teme un escalation della violenza

Elaph (13/05/2012). La presidentessa marocchina dell’Associazione  per i dritti umani ha dichiarato che da mesi i cittadini marocchini stanno protestando civilmente e pacificamente, ma nonostante ciò le autorità hanno dimostrato un totale disinteresse nei confronti delle richieste da essi portate avanti. “Invece che dare una risposta e aprire un dialogo con questi cittadini, che vivono in zone molto emarginate,” ha aggiunto Khadija Riiadi “abbiamo notato come le autorità continuino a perseguire l’obiettivo della sicurezza sociale, e lo usino come strumento di controllo delle proteste”. Il leader del Partito Socialista Riunito ha dichiarato che “il Marocco sta ancora vivendo la fase post-20 febbraio e ciò che sta accadendo a Taza, Beni Mellal, Chichaoua o Amzorn, non è altro che la prova dell’esigenza di riforme profonde del paese”.


Silvia Di Cesare

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet