News Politica Società

Marocco: in carcere minorile per un bacio su Facebook, web si mobilita

bacio su facebook 2Goud, El Pais, Aki (05/10/2013). Due ragazzi marocchini di età compresa tra i 14 e i 15 anni saranno processati per aver pubblicato su Facebook la foto di un loro bacio. I due si trovavano davanti all’edficio scolastico Tarek Ben Ziad di Nador, vicino a Melilla. A causare l’intervento della polizia giudiziaria, una denuncia da parte di Faisal el Merfi, la cui associazione difenderebbe in teoria le libertà, ma che in quest’occasione ha definito la foto “scioccante”. L’accusa è di aver “attentato alla morale pubblica” e i due giovani rischiano fino a due anni di carcere.

Sul web si è già scatenato un tam-tam a sostegno dei due ragazzi, con utenti che pubblicano foto in cui ci si bacia. Significativo l’intervento dell’attivista Chakib Al Khayari di Nador che ha affermato: “In questo Paese è un delitto baciare una ragazza, ma non lo è picchiarla”. A fargli eco anche l’intellettuale Fouad Abdelmoumni che ha commentato: “Come disse John Lennon, viviamo in un mondo nel quale bisogna nascondersi per fare l’amore, mentre la violenza si pratica nella piena luce del giorno”.

Claudia Avolio

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet