News

Marocco: Amnesty International denuncia gli attentati ai diritti umani in Marocco

El Watan (24/05/2012). Nel suo ultimo rapporto del 2012, Amnesty International, ha denunciato gli attentati ai diritti umani perpetuati in Marocco. «Le forze di sicurezza utilizzano una forza eccessiva quando incontrano dei manifestanti che si oppongono alla monarchia e alle istituzioni dello Stato, manifestanti che continuano a subire persecuzioni e arresti», afferma il rapporto dell’organizzazione. Inoltre, viene sottolineata «la persistenza della tortura e di altri trattamenti negativi nei confronti dei detenuti».

Il rapporto informa sulla brutalità impiegata per reprimere le manifestazioni  nelle città causando decessi, feriti  e condanne a pene carcerarie. «Le forze di sicurezza hanno molestato le famiglie dei militanti del Movimento del 20 febbraio e convocato per degli interrogatori decine di manifestanti favorevoli al boicottaggio delle elezioni legislative». Diverse manifestazioni sono state disperse con manganelli e calci contro i manifestanti che esprimevano pacificamente le loro opinioni.

Viviana Schiavo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • […] E’ in questo milieu che sono emersi predicatori quali Mohamed Fizazi, condannato a 30 anni di prigione per responsabilità ideologica sugli attentati di Casablanca del 2003 e poi liberato per grazia reale otto anni dopo. Nell’ultimo decennio, che con gli attentati suicidi di Casablanca e Marrakech ha segnato la fine dell’ “eccezionalismo marocchino”  , il regno ha operato un nuovo giro di vite sui movimenti radicali. Una repressione che ha finito per colpire, però, anche attivisti democratici appartenenti a movimenti riformatori, come denunciato – tra gli altri – da Amnesty International. […]

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet