- Home > Libano > Libano: reazioni contrastanti riguardo operazione Hezbollah
Libano News Politica

Libano: reazioni contrastanti riguardo operazione Hezbollah

The Daily Star Lebanon. L’operazione di Hezbollah contro il convoglio militare israeliano ha suscitato reazioni contrastanti, dalla condanna all’approvazione, e non solo tra i politici libanesi.

Il presidente del parlamento libanese Nabih Berri ha indetto subito consultazioni per contenere gli scontri armati. Il parlamentare Walid Jumblatt ha invitato ad prendere “precauzioni” per affrontare una possibile aggressione israeliana contro il Libano. Samir Geagea, leader delle Forze Libanesi, ha ritenuto Hezbollah come unico responsabile di qualsiasi possibile risposta israeliana, dicendo che il partito “non ha il diritto di trascinare il popolo libanese in una battaglia con Israele” senza né il suo consenso, né quello del governo.

Da parte sua, l’ex ministro Faisal Karami, membro della Coalizione 8 Marzo guidata da Hezbollah, ha lodato l’operazione come “risposta giusta al momento e al posto giusto”. “Il tempo dell’impunità di Israele è finito”, ha detto Karami. Anche Abu Marzouk, membro del movimento palestinese Hamas, ha descritto l’attacco di Hezbollah come “una risposta legittima e naturale ai crimini israeliani”.

Nel frattempo, la nuova coordinatrice speciale ONU per il Libano, Sigrid Kaag, ha invitato entrambi i Paesi a contenersi e ad evitare di compiere qualsiasi azione che possa ulteriormente destabilizzare la situazione. La Kaag ha inoltre invitato a rispettare gli impegni previsti dalla risoluzione ONU 1701, emanata alla fine del conflitto del 2006.

 

 


Roberta Papaleo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz