Arabia Saudita News Società

Le donne saudite e le loro richieste “emotive”

Arabia Saudita - donne alla guidaDi Maya Gebeily. Now Lebanon (30/09/2013). Traduzione e sintesi di Cristina Gulfi.

Donne, attenzione! Lo sheikh Saleh al-Lohaidan, dall’alto della sua saggezza, ha rivelato il rischio più grande per la salute femminile al giorno d’oggi. Guidare.

“Se una donna si mette alla guida di un’auto senza un vero bisogno può riportare effetti fisici negativi. Le ovaie ne risentono mentre il bacino viene spinto verso l’alto” dice lo sheikh. E al riguardo cita anche degli studi clinici, come quello realizzato dall’Università dei Pazzi Bigotti in collaborazione con il Centro Invenzione Fregnacce secondo cui la pressione della caviglia destra sul pedale del freno o dell’acceleratore causa tumore alle ovaie, artrite e un rapido deterioramento dell’apparato genitale. Incredibilmente gli uomini sono del tutto immuni dai danni provocati dalla guida e sono quindi liberi di scorrazzare per le strade dell’Hijaz a bordo dei loro Range Rover.

Ma non è finita qui. Le donne che guidano, infatti, hanno anche complicazioni in gravidanza e i loro figli soffriranno di “problemi clinici di vario grado”, come l’incurabile Sindrome della Parità di Genere o la terrificante mia-madre-è-davvero-un-essere-umano!

E pensare che in Arabia Saudita le donne hanno covato l’insana idea di protestare cotanta saggezza decidendo di mettersi al volante il 26 ottobre. Lo sheikh le implora di mettere “la testa davanti al cuore, alle emozioni e alle passioni”. Che sciocche sono – vogliono guidare solo perché sono troppo emotive. Questo desiderio così frivolo è guidato (gioco di parole del tutto voluto) dai sentimenti, non dalla ragione, che chiaramente solo lo sheikh Saleh possiede in abbondanza.

Lui sì che ha a cuore il benessere delle donne. “Considerate gli aspetti negativi – dice alle saudite – prima di protestare contro il divieto di guidare”. Eh già, le donne potrebbero andare da sole al centro commerciale, luogo di deviazione per il corpo e per la mente, o peggio alla polizia per denunciare violenze domestiche. Questo grazie ad una nuova legge che consente loro di non essere accompagnate da un più capace parente maschio. Ma possiamo permettere che ci vadano da sole in macchina?! No, se lo sheikh Saleh ha qualcosa da dire al riguardo.

Signore, ascoltate le sagge parole dello sheikh Saleh, campione della ragione in un Paese in cui le donne avanzano delle richieste sciocche ed “emotive”. Come voler accompagnare i figli a scuola in auto.

Vai all’originale

Cristina Gulfi

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet