Marocco Russia Zoom

L’ambasciatore russo dichiara che Mosca non dimenticherà il rifiuto del Marocco delle sanzioni economiche imposte alla Russia

Russia
Rabat non ha mai sostenuto la campagna di sanzioni imposta di recente alla Russia e questo ha aiutato il Marocco a entrare nel mercato russo

Di Abdul Salam al-Shamik, Hespress (21/07/2018). Traduzione e sintesi di Sabrina Campoli.

“Il rapporto tra la Russia e il Marocco è unico”, ha dichiarato Valerian Shuvaev, ambasciatore russo a Rabat, in un’intervista all’agenzia di stampa russa, aggiungendo che “Rabat non ha mai sostenuto la campagna di sanzioni imposta di recente alla Russia e questo ha aiutato il paese arabo a entrare nel mercato russo”.

Il nuovo ambasciatore, nominato lo scorso aprile, ha inviato forti messaggi durante l’intervista con l’agenzia di stampa “Sputnik”, dichiarando che “la cooperazione russo-marocchina ci consente di sviluppare la cooperazione tra i due paesi e allo stesso tempo non impedisce la continuazione dei nostri paesi a sviluppare relazioni tradizionali con altri paesi”, aggiungendo che “le relazioni con altri paesi, a loro volta, non ostacolano le relazioni tra Mosca e Rabat”. Il nuovo ambasciatore è considerato ambasciatore straordinario e plenipotenziario della Federazione Russa nel Regno del Marocco e in precedenza ha ricoperto diversi incarichi diplomatici, tra cui ambasciatore russo in Libia tra il 2004 e il 2008, e in Iraq dal 2008 al 2012. Valerian Shuvaev ha anche asserito che il commercio tra i due Paesi è in aumento, in quanto vi sono nuovi progetti che riguardano l’aspetto tecnologico e sono inoltre stati avviati dei dialoghi sui progetti energetici, ma dovrà passare un po’ di tempo affinché questi programmi si diffondano. I russi sono più ottimisti riguardo alla cooperazione con il Marocco in questo settore poiché hanno già avuto qualche esperienza in passato e oggi continuano con il dialogo, che porterà a risultati tangibili; Shuvaev ha poi continuato assicurando che “Rabat non ha mai sostenuto la campagna di sanzioni contro la Russia”, riferendosi alle sanzioni imposte dall’Occidente sul regime di Putin negli ultimi anni.

Questa posizione ha garantito al Marocco un rafforzamento economico all’interno del mercato russo soprattutto per quanto riguarda l’esportazione di frutta e verdura, che negli ultimi anni hanno visto un netto aumento. Già durante la Guerra Fredda le relazioni tra i due Paesi erano basate sul rispetto reciproco e entrambi hanno cercato di evitare il conflitto e espresso il desiderio di comprensione reciproca. La Russia è membro permanente del Consiglio di sicurezza e ha espresso sostegno per gli sforzi del Consiglio di sicurezza e di Horst Köhler, inviato personale del Segretario generale delle Nazioni Unite, per arrivare a una soluzione politica reciprocamente accettabile per il conflitto del Sahara, in conformità con i principi e gli obiettivi della Carta delle Nazioni Unite.

Abdul Salam al-Shamik è un giornalista e scrive per Hespress.

Vai all’originale.

I punti di vista e le opinioni espressi in questa pubblicazione sono di esclusiva responsabilità degli autori e non riflettono necessariamente il punto di vista di Arabpress.eu


Redazione

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz