- Home > News > La geografia militare di Aleppo
News Siria Zoom

La geografia militare di Aleppo

aleppo isis ribelli
L’inizio della battaglia di Al-Bab ha avuto inevitabilmente delle conseguenze sulla geografia militare di Aleppo

Di Hussein Abdel Aziz. Al-Hayat (15/12/2016). Traduzione e sintesi di Veronica D’Agostino.

Con l’entrata dell’Esercito Siriano Libero sostenuto delle forze turche nella città di Al-Bab si sta delineando la geografia militare di Aleppo, città che nel corso degli ultimi tre anni si trova nel caos militare e nel mirino di interessi regionali e internazionali contrastanti. Il lancio della battaglia di Al-Bab ha determinato le caratteristiche finali della nuova realtà militare. Inoltre, il controllo delle città di Dabiq e Tel Rafat con l’operazione “Scudo Eufrate” ha interferito nelle trattative tra Turchia, Russia e Stati Uniti nella risoluzione delle quote regionali e internazionali non solo ad Aleppo, ma anche a Raqqa.

L’annuncio delle Forze Siriane Democratiche sostenute dagli Stati Uniti, arriva con l’inizio della battaglia di Raqqa lo scorso 5 novembre. Le modalità che assumerà questo conflitto saranno cruciali per il destino della città e, di conseguenza, per il controllo della provincia roccaforte dell’Isis in Siria, dove Aleppo rimane nell’orbita delle intese russo-americane.

Il problema della formazione di un’entità curda che si estende a ovest di Aleppo fino a Jarablus è stato risolto a favore della Turchia. Pertanto, il triangolo geografico sotto il controllo turco si estenderà tra le città di Jarablus, Tel Rafat e Al-Bab insieme alla campagna occidentale di Aleppo, mentre il resto della città, con la sua campagna sud-orientale e quella nord-occidentale, resterà in mano a Daesh (ISIS).

È chiaro che la vicinanza non dichiarata tra Stati Uniti e Russia miri, in una prima fase, ad annientare le forze islamiche estremiste, rafforzando quelle siriane secolari, e a lasciare il destino delle altre forze islamiche (Ahrar as-Sham, “l’esercito dell’Islam”) ad un’ulteriore fase delle intese USA-Russia. Fino ad allora, sarà necessario neutralizzare Aleppo dai conflitti regionali e internazionali all’interno della visione americana di cambiare l’equilibrio in campo in tutta la Siria. Per questo il governatorato di Idlib è stato reso stabile fino a che la posizione internazionale non sia chiarita con l’azione della nuova amministrazione americana.

Hussein Abdel Aziz è uno scrittore siriano.

Vai all’originale

I punti di vista e le opinioni espressi in questa pubblicazione sono di esclusiva responsabilità degli autori e non riflettono necessariamente il punto di vista di Arabpress.eu


Redazione

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz