News Politica

Iraq: no alla dittatura, no alla disoccupazione, no alla corruzione

Elaph (19/03/12). Oggi nella città di Bassora, nel sud dell’Iraq hanno manifestato migliaia di seguaci del leader sciita iracheno Muqtada AlSader, provenienti da vari governatorati del paese. In una situazione di corruzione, di disoccupazione e di deterioramento dei servizi, hanno chiesto al Governo di orientarsi verso la democrazia e ciò sotto lo slogan “la Giornata degli oppressi”. AlSader ha chiesto di eliminare la così chiamata Trinità: dittatura, corruzione e disoccupazione. I manifestanti hanno sventolato bandiere irachene e del Bahrein ed elevato foto di AlSader e cartelli per chiedere al Governo iniziative soprattutto per quanto riguarda l’elettricità, l’eliminazione della corruzione finanziaria e amministrativa che ha colpito il paese e la creazione di nuovi posti di lavoro per salvare i giovani dalla disoccupazione.

Alessandra Cimarosti

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet