Iraq Politica

Iraq: le dimissioni dei sadristi minacciano una nuova crisi politica

Asharq al-Awsat (18/02/2014). Diciannove parlamentari del movimento sadrista si sono dimessi dal parlamento iracheno ed altri minacciano di fare lo stesso in solidarietà con la decisione del religioso sciita Moqtada al-Sadr di abbandonare la politica la scorsa settimana. I parlamentari sadristi sono in totale 41 e le loro dimissioni rischiano di far sprofondare l’Iraq in un’altra crisi politica pochi mesi prima delle preannunciate elezioni parlamentari.

Un funzionario del movimento ha dichiarato in condizioni di anonimato ad Asharq al-Awsat: “ci sono pressioni esterne e interne su Sadr per accordare un terzo mandato a Maliki, un’eventualità che Sadr rifiuta fortemente.” Sadr ha duramente criticato il primo ministro iracheno Nuri al-Maliki durante un discorso televisivo, descrivendolo come un “dittatore e un tiranno.” Inoltre, ha accusato il governo di Baghdad di corruzione.


Viviana Schiavo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi Studiare Arabo?

Ultimi tweet