Iran News Zoom

Iran: la nuova suddivisione amministrativa del Paese

Di Salih Hamid. Al-Arabiya (24/06/2014). Traduzione e sintesi di Francesca Passi.

Il ministero dell’Interno iraniano ha annunciato la nuova suddivisione del Paese, attualmente ripartito in trentuno province, in cinque grandi regioni geografiche e amministrative.

Il 23 giugno scorso, in un’intervista pubblicata dal quotidiano Arman, Javad Nasirian, un collaboratore amministrativo del ministero dell’Interno, ha dichiarato: “La suddivisione amministrativa dell’Iran in cinque grandi regioni rappresenta un provvedimento ormai inevitabile; le province iraniane limitrofe e aventi interessi in comune verranno così unite in una sola regione, al fine di promuoverne lo sviluppo, la cooperazione e lo scambio reciproco di esperienze”.

Nasirian ha inoltre precisato: “Uno degli obiettivi principali dell’istituzione delle cinque regioni iraniane è lo sviluppo: sarà infatti possibile focalizzarsi sullo sviluppo dell’intera area regionale piuttosto che sul benessere delle singole province. Pertanto, le problematiche di un’intera regione potranno essere gestite dal suo rispettivo capoluogo regionale, evitando di coinvolgere Teheran”.

Secondo la tabella resa pubblica dal quotidiano Arman, la prima regione iraniana includerà le attuali province di Teheran, Qazvin, Mazandaran, Semnan, Golestan, Alborz e Qom, e il capoluogo di regione scelto sarà Teheran. La seconda nuova regione comprenderà invece Esfahan, Fars, Bushehr, Chahar Mahal e Bakhtiari, Hormozgan, Kohgiluyeh e Buyer Ahmad, con la prima come capoluogo.

Della terza regione faranno parte l’Azerbaijan Orientale, che rappresenterà il futuro capoluogo regionale, l’Azerbaijan Occidentale, Ardabil, Gilan e Kurdistan. Quanto alla quarta regione, si vedranno accorpate le attuali province di Kermanshah, Ilam, Lorestan, Hamadan, Markazi e Khuzestan (al-Ahwaz). Il loro capoluogo di regione sarà Kermanshah.

Infine, la quinta regione includerà le seguenti province: Razavi Khorasan, Khorasan Meridionale, Khorasan Settentrionale, Kerman, Yazd, Sistan e Baluchistan. Il capoluogo regionale verrà istituito nel Razavi Khorasan.

In realtà, questo “nuovo” assetto amministrativo del Paese risale a circa cento anni fa, all’epoca Qajar e della Rivoluzione Costituzionale, quando l’Iran era formato da quattro stati: Azerbaijan, Fars, Khorasan e Kerman. Lo stato dell’Arabistan è stato annesso al Paese solo successivamente, durante la dinastia Pahlavi.

Ampie fasce della popolazione iraniana hanno già protestato contro questa nuova ripartizione, accusata di non tener conto delle complesse differenze etniche, culturali, linguistiche ed economiche delle varie province che verranno unite. Di conseguenza, ciò porterà a tensioni e scontri tra le province e i capoluoghi regionali da un lato, e tra le regioni e il governo centrale dall’altro.

Vai all’originale

 


Roberta Papaleo

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz