Economia Libano Zoom

Il Libano guarda alla Cina per scambi e investimenti

Traduzione dell’articolo del portale Alarab in seguito ad un’intervista dell’agenzia di stampa cinese Xinhua con il ministro dell’economia libanese lo scorso 20 marzo. Si è parlato di scambi commerciali, prospettive di investimento e della partecipazione libanese al secondo Belt and Road Forum.

AlArab (23/03/2019). Traduzione e sintesi di Dario Giustini.

Durante un’intervista con l’agenzia di stampa cinese Xinhua, Mansour Batish, ministro dell’economia libanese, ha affermato che il Libano punta a rafforzare le relazioni con la Cina, il suo secondo partner commerciale, e ad accrescere il volume di investimenti e scambi commerciali tra i due paesi.

Secondo la testata cinese “la bilancia commerciale tra i due paesi pende fortemente verso la Cina, e un tentativo di riequilibrarla può essere utile a rafforzare le relazioni politiche”. Batish ha evidenziato che il Libano importa merci per oltre un miliardo di dollari dalla Cina, mentre le esportazioni non superano i 60 milioni. Le cifre della dogana libanese lo confermano: la Cina è il principale importatore di merci, in prevalenza prodotti elettronici, plastica, mobili e autovetture, mentre le esportazioni libanesi in Cina sono soprattutto rame, plastica, bevande e cacao: “abbiamo molti prodotti di qualità, e intendiamo promuoverli sul mercato cinese” ha commentato il ministro.

Batish ha riconosciuto che il Libano può essere una piattaforma molto importante per gli investimenti cinesi, anche nella piccola e media impresa: “Il Libano è piccolo, ma presenta numerose occasioni di investimento”, accennando anche al potenziale ruolo del paese nella futura ricostruzione dello stato siriano.

Ha precisato che Beirut accoglierà l’arrivo dell’expertise cinese per avviare i progetti del nuovo programma di sviluppo economico, esposto dal governo libanese alla conferenza CEDRE.

La Conferenza internazionale CEDRE per il sostegno all’economia libanese, tenutasi il 6 aprile 2018 a Parigi, aveva previsto l’erogazione di 11 miliardi di dollari al Libano, sotto forma di prestiti e interventi di rinnovamento delle infrastrutture, per risollevare l’economia del paese.

Il ministro ha poi detto di aver discusso recentemente con l’ambasciatore cinese in Libano, Wang Kejian, della possibile collaborazione tra i due paesi in materia di commercio, cultura e turismo. E ha chiarito che il Libano sarà lieto di partecipare al secondo appuntamento del Road and Belt Forum, che si terrà questo aprile a Pechino. L’iniziativa, lanciata dalla Cina nel 2013, punta ad intensificare i legami economici tra i 65 paesi partecipanti, e a dare un nuovo impulso al commercio mondiale tramite connessioni infrastrutturali via mare e via terra che uniscano l’Asia con l’Europa e l’Africa sull’antica rotta commerciale della Via della Seta.

Come Ministro dell’Economia, Batish ha ricordato che la sua priorità è abbassare il deficit commerciale libanese, quest’anno oltre i 16 miliardi di dollari: “ogni anno importiamo più di 20 miliardi di dollari, e ne esportiamo meno di 4”. Ha ribadito che il Libano punta a commercializzare i propri prodotti nei mercati esteri, sia partecipando a fiere all’estero, sia adottando provvedimenti per difendere la produzione nazionale dalla concorrenza straniera.

Al giorno d’oggi, considera comunque improbabile un aumento dei dazi doganali sulle importazioni. E ha concluso aggiungendo che il Libano si focalizzerà sugli investimenti nel paese attraverso un ammodernamento delle infrastrutture nei settori stradale, elettrico e delle comunicazioni.

Vai all’originale: https://alarab.co.uk/%D9%84%D8%A8%D9%86%D8%A7%D9%86-%D9%8A%D8%AA%D8%B7%D9%84%D8%B9-%D8%A5%D9%84%D9%89-%D8%A7%D9%84%D8%B5%D9%8A%D9%86-%D9%84%D8%AA%D8%AD%D8%B1%D9%8A%D9%83-%D8%B9%D8%AC%D9%84%D8%A7%D8%AA-%D8%A7%D9%84%D8%AA%D8%AC%D8%A7%D8%B1%D8%A9-%D9%88%D8%A7%D9%84%D8%A7%D8%B3%D8%AA%D8%AB%D9%85%D8%A7%D8%B1


Redazione

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz