News Zoom

Gli accademici dell’Oman in lotta per l’istituzione di biblioteche pubbliche

Di Elham Pourmohammadi, Times of Oman (15/07/2014). Traduzione e sintesi di Francesca Passi.

Malgrado i continui sforzi compiuti in Oman al fine di promuovere la cultura, i lettori e i ricercatori del Paese si sentono ancora molto delusi e insoddisfatti, in particolar modo a causa dell’assenza di una biblioteca pubblica a Mascate, la capitale, che ospita soltanto biblioteche di consultazione dove non è possibile prendere libri in prestito.

Il professor Muhammed al-Muqaddam, responsabile del dipartimento di Storia dell’Università Sultan Qaboos, ha osservato che il lungo cammino percorso dall’Oman nel campo dell’istruzione e della cultura rende imperativa la fondazione di biblioteche pubbliche nel Paese.

In un’intervista rilasciata al quotidiano Times of Oman, il professore ha inoltre precisato: “Abbiamo bisogno di una biblioteca pubblica che sia al servizio della comunità, che possa trasformarsi in un centro culturale di prestigio. Un’istituzione pubblica che possa ispirare coloro che lavorano nel campo delle arti e della letteratura”. L’accademico omanita ha poi aggiunto: “Alla luce degli sviluppi tecnologici realizzati nel settore, dobbiamo impegnarci nell’istituzione di biblioteche pubbliche a Mascate e negli altri governatorati. Non va dimenticato che le biblioteche pubbliche hanno da sempre giocato un ruolo centrale nella società moderna quanto alla promozione della conoscenza e della cultura”.

Othman al-Mujani, responsabile dell’amministrazione ministeriale delle biblioteche omanite presso il Diwan of Royal Court, si è mostrato d’accordo con la dichiarazione del professor al-Muqaddam e ha affermato: “Dobbiamo garantire la presenza di un maggior numero di biblioteche nelle città principali e nei vari villaggi del Paese. Come evidente, l’obiettivo di istituire nuovi centri culturali in Oman non è ancora stato raggiunto. D’altronde, l’Oman non gode nemmeno di una biblioteca nazionale che possa servire da punto di riferimento per tutte le altre biblioteche del Paese. Inoltre, è bene far presente che in Oman non è mai stata fondata una biblioteca centrale”.

Nelle sue dichiarazioni, al-Mujani ha espresso il proprio apprezzamento nei confronti delle iniziative portate avanti dalle autorità omanite atte a incoraggiare la popolazione alla lettura; tuttavia, lo stesso al-Mujani ha anche precisato che, a tal fine, risulta indispensabile promuovere le infrastrutture necessarie del settore.

Al momento, le biblioteche più prestigiose del Paese sono senza dubbio la Public Knowledge Library, fondata nel 1990 dall’organizzazione Petroleum Development Oman (PDO), la Grand Mosque Library e la Islamic Library. Nella prima biblioteca è possibile trovare una sezione ricca di libri interamente dedicata ai bambini, quale frutto di un progetto che mira a coinvolgere perfino i più giovani nel fantastico mondo della lettura.

Vai all’originale

 

 


Roberta Papaleo

1 Commento

Clicca qui per postare un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Formazione online

corsi di lingua araba

Ultimi tweet

Formazione

tangeribiz